Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeCronaca e AttualitàUN ARRESTO PER LE TRE RAPINE DELLA VIGILIA DELL’IMMACOLATA E UN ALTRO PER DETENZIONE DI STUPEFACENTI

UN ARRESTO PER LE TRE RAPINE DELLA VIGILIA DELL’IMMACOLATA E UN ALTRO PER DETENZIONE DI STUPEFACENTI

UN ARRESTO PER LE TRE RAPINE DELLA VIGILIA DELL’IMMACOLATA E UN ALTRO PER DETENZIONE DI STUPEFACENTI

 

DSC_9694

Si sa, per le forze dell’ordine avventurarsi nel Campo Panareo alla periferia di Lecce non è mai agevole, anzi è impresa quanto mai ardua. Anche ieri sera sembrava che fosse soltanto uno dei vari tentativi per cercare di dare volti e nomi ai responsabili dei reati predatori più comuni, pericolosi e irritanti: rapine e furti.  Una traccia forte però questa volta c’era, l’inflessione slava nella voce di uno dei rapinatori e un dettaglio di una targa. Poco dopo la consumazione dell’ultimo episodio, vari di equipaggi in uniforme e in abiti civili delle Compagnie carabinieri di Lecce e Campi Salentina, coordinati dalla Centrale Operativa del Comando Provinciale di Lecce hanno letteralmente accerchiato il sito cercando riscontri ai dati acquisiti in precedenza – attraverso l’esame dei sistemi di videosorveglianza degli esercizi rapinati e alle varie testimonianze fornite dalle persone presenti all’atto della consumazione dei delitti.   Iniziava, quindi, una vasta attività di perquisizione che portava al rinvenimento dell’autovettura Opel Zafira grigio scuro priva di targhe, risultata provento di furto avvenuto in data 5 dic u.s. ai danni di un cittadino albanese residente a lecce e utilizzata dai malviventi per le rapine, nonché di individuare all’interno del campo e trarre in arresto per “rapina aggravata in concorso” Saljaj Senad, nato Montenegro classe 90, segnalato bb.dd., riconosciuto dall’abbigliamento e dal alcuni particolari fisici come uno degli autori delle rapine. Le operazioni di perquisizione permettevano di individuare e trarre in arresto –  per “detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti” e “detenzione abusiva di armi” Hajdari Soni, classe 94, coniugato, segnalato bb.dd., attualmente detenuto agli arresti domiciliari per reati inerenti gli stupefacenti, poiché all’interno della propria abitazione, veniva trovato in possesso di n. 16 dosi di sostanza stupefacente del tipo cocaina per un peso complessivo di 6,5 grammi e una cartuccia per pistola cal. 7,65.  Gli arrestati, espletate le formalità di rito, venivano tradotti presso la Casa Circondariale di Lecce.

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment