Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeCulturaUN PRINCIPE, RIVISITAZIONE DELLO SHAKESPERIANO AMLETO

UN PRINCIPE, RIVISITAZIONE DELLO SHAKESPERIANO AMLETO

UN PRINCIPE, RIVISITAZIONE DELLO SHAKESPERIANO AMLETO

un principe

Sabato 12 novembre terzo appuntamento con la rassegna Quarta Parete

Terzoe penultimo appuntamento con la rassegna Quarta Parete al Teatro Comunale di Nardò. Sabato 12 novembrela compagnia OcchiSulMondodi Perugia porta in scena Un principe, rivisitazione del maestoso Amleto di William Shakespeare. Chi è un Principe? Se il compito di questa società è distruggere l’animo umano e lo spirito degli uomini, sacrificando l’arte a vantaggio dell’economia di mercato, allora anche i classici, i libri e tutto quello che appartiene all’arte può essere dimenticato, bruciato in un grande falò. C’è del marcio in Danimarca, c’è del marcio in Italia, c’è del marcio in questa società.  Gli uomini dimenticano. Tutto è alla deriva, è la follia. Ognuno di noi è un Principe, circondato da marionette, manipolato dal sistema e in lotta con la sua coscienza. Ognuno di noi è chiamato alla responsabilità. Essere o non essere. Tutto qui.Uno spettacolo con Daniele Aureli, Amedeo Carlo Capitanelli, Caterina Fiocchetti, Andrey Maslonkin, Greta Oldoni, Raffaele Ottolenghi, Matteo Svolacchia. I costumi e le scene sono di Francesco Sky Marchetti, la realizzazione dei costumi di Elsa CarlaniCaschemire, il sound designer è Nicola “Fumo” Frattegiani. Drammaturgia e regia di Massimiliano Burini. Un principe è una produzione OcchiSulMondo in co-produzione con Regione Umbria, Comune di Perugia, Centrodanza, Associazione Demetra Centro di Palmetta, Teatro Cucinelli, Teatro Mengoni, con il sostegno di Teatro Stabile dell’Umbria. Lo spettacolo ha inizio alle ore 21.

Quarta Parete è una rassegna giunta alla terza edizione. Quest’anno presenta spettacoli strettamente legati al mondo letterario e comprende attività collaterali finalizzate alla lettura, promuovendola soprattutto tra i giovani.È una proposta di 4 appuntamenti, dal 27 ottobre al 19 novembre al Teatro Comunale di Nardò, da parte della compagnia TerramMareTeatro, in collaborazione con il Comune di Nardò, il Teatro Pubblico Pugliese e la Regione Puglia, all’interno del progetto Parole che giocano in scena, nato in continuità con le azioni realizzate nell’ambito del Fondo di sviluppo e coesione FSC 2007-2013 – APQ rafforzato “Beni ed attività culturali”. L’ultimo appuntamento è in programma sabato 19 novembre, con la favola eterna di Apuleio Amore e Psiche, nell’efficace messinscena di Daria Paoletta. Con Quarta Parete la programmazione del Teatro Comunale anche quest’anno è ricca e articolata, uno spazio sempre vivo e partecipato che negli anni ha visto crescere la presenza di un pubblico sempre più affezionato e interessato.

Il costo dei biglietti è di 10 euro per platea e palchi centrali (8 euro ridotto), 8 euro per i palchi laterali (5 euro ridotto), 5 euro per proscenio e loggione. Le riduzioni valgono per chi ha meno di 25 anni.

Per informazioni e prenotazioni è possibile rivolgersi a TerramMare Teatro, presso il Teatro Comunale di Nardò corso V. Emanuele II n. 22, ai n. di telefono 0833 571871, 348 6722242, 348 8733426, 389 6847435 oppure sul sito www.terrammareteatro.it o all’indirizzo di posta elettronicasegreteriaterrammare@gmail.com.

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment