Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeCronaca e AttualitàVENEZIA: CELLULA JIHADISTA PREPARAVA UN ATTENTATO AL “PONTE DI RIALTO”

VENEZIA: CELLULA JIHADISTA PREPARAVA UN ATTENTATO AL “PONTE DI RIALTO”

VENEZIA: CELLULA JIHADISTA PREPARAVA UN ATTENTATO AL “PONTE DI RIALTO”

ponte rialto (1)

La cellula jihadista smantellata dalle forze dell’ordine veneziane, voleva far saltare in aria il ponte di Rialto. “Con Venezia guadagni subito il paradiso, per quanti miscredenti ci sono qua…mettere una bomba a Rialto”: è una delle frasi intercettate dagli inquirenti fra i membri della cellula. L’operazione, condotta la scorsa notte, ha portato all’arresto di tre cittadini di origine kosovara.

“Abbiamo controllato ogni loro rapporto, ogni loro contatto con il mondo esterno e siamo riusciti anche ad inserirci e controllare anche il loro mondo telematico e tutto quello che riuscivano a comunicarsi e ad indottrinarsi”, ha evidenziato il procuratore Adelchi d’Ippolito.

Si è trattato di un’indagine molto articolata, coordinata dalla Procura Distrettuale Antimafia e Antiterrorismo di Venezia, condotta dal Reparto operativo del Comando Provinciale di Venezia congiuntamente alla DIGOS della Questura di Venezia, ha condotto all’individuazione di una cellula terroristica jihadista operante nel centro storico veneziano.

Stanotte il blitz, con l’intervento dei reparti speciali NOCS della Polizia di Stato e GIS dell’Arma dei Carabinieri per l’irruzione nelle abitazioni degli indagati. Contemporaneamente sono state eseguite dodici perquisizioni, tutte in centro storico, tranne una in terraferma a Mestre ed una in provincia di Treviso.
A partecipare all’operazione personale operativo e tecnico della Direzione Centrale della Polizia di Prevenzione, unità cinofile dell’Arma dei Carabinieri e della Polizia di Stato, Nucleo Artificieri della Questura di Venezia, operatori del Gabinetto Regionale e Provinciale di Polizia Scientifica, nonché cineoperatori del Nucleo Investigativo.

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment