Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeEventi e SpettacoliVENTENNALE DELLA FONDAZIONE DEL CENTRO DIPARTIMENTALE DI STUDI SU DESCARTES ‘ETTORE LOJACONO’

VENTENNALE DELLA FONDAZIONE DEL CENTRO DIPARTIMENTALE DI STUDI SU DESCARTES ‘ETTORE LOJACONO’

VENTENNALE DELLA FONDAZIONE DEL CENTRO DIPARTIMENTALE DI STUDI SU DESCARTES ‘ETTORE LOJACONO’

(Unisalento – Sorbonne Université) – Cerimonia online dal Chiostro del Rettorato venerdì 28 MAGGIO 2021

Con un evento online trasmesso in diretta dal chiostro del Rettorato dell’Università del Salento, venerdì 28 maggio 2021 alle ore 17.30 verrà celebrato il ventennale del Centro Dipartimentale di Studi su Descartes ‘Ettore Lojacono’, fondato in partenariato con il Centre d’études cartésiennes della Sorbonne Université.

La cerimonia, inaugurata dai saluti dei Rettori delle due Università, Fabio Pollice e Jean Chambaz, vedrà gli interventi dei fondatori Giulia Belgioioso, Jean-Robert Armogathe de l’Académie des Inscriptions et Belles-Lettres e Jean-Luc Marion de l’Académie française. Interverranno quindi gli attuali direttori Igor Agostini, Presidente dei corsi di laurea in Filosofia dell’Università del Salento, e Vincent Carraud, professore di Storia della filosofia moderna alla Sorbonne Université, che per l’occasione presenteranno il volume “Cartesius edoctus. Hommage à Giulia Belgioioso” (Brepols, «The age of Descartes»).

Non sarà consentito l’accesso al pubblico; la cerimonia potrà essere seguita su https://unisalento.it/280521 e sul sito del centro cartesiano www.cartesius.net.

Le giornaliste e i giornalisti interessate/i a partecipare in presenza sono invitate/i ad accreditarsi entro le ore 10 del 28 maggio scrivendo a comunicazione@unisalento.it

«La fondazione del “Centro Interdipartimentale di Studi su Descartes e il Seicento”, ora “Centro Dipartimentale di studi su Descartes ‘Ettore Lojacono’”, formalizzava da un lato una collaborazione in corso già da oltre un decennio col Centre d’études cartésiennes, e dall’altro avviava un’intensa attività scientifica, congressuale ed editoriale che ha profondamente segnato la ricerca cartesiana mondiale degli ultimi trent’anni», spiega il professor Igor Agostini, «Essa ha consentito altresì ai due Atenei su cui i centri insistono, l’Università del Salento e la Sorbonne Université, di costituire un solido e continuativo asse istituzionale, su cui si sarebbero poi innestati il dottorato internazionale in Filosofia (fondato anch’esso da Giulia Belgioioso e attualmente coordinato dalla collega Maria Cristina Fornari) e il percorso internazionale della laurea magistrale in Scienze filosofiche, oggi conosciuti nel mondo accademico europeo (e non solo), e ulteriormente rafforzati dall’afferenza dell’Università di Colonia. Mi piace dire che questa celebrazione è anche un memoriale (nel senso laico del termine), in quanto intende non solo ricordare quell’evento fondatore, ma anche rinnovarlo, con l’impegno a consolidare e a sviluppare questa partnership internazionale di assoluto prestigio e dal cruciale profilo strategico».

Note storiche

 

Nel 1998 presso l’Università degli Studi di Lecce (oggi Università del Salento), su iniziativa di Giulia Belgioioso, d’intesa con Jean-Robert Armogathe e Jean-Luc Marion, fondatori del Centre d’études cartésiennes (CEC) di Paris Sorbonne, viene costituito – a conclusione di un intenso decennio di attività scientifica condivisa – il Centro Interdipartimentale di Studi su Descartes e il Seicento (CESDES), con lo scopo di formalizzare la collaborazione intrapresa.

Tutto inizia nel 1987 quando, in occasione dei 350 anni dalla pubblicazione del “Discours de la méthode e degli Essais” (1637), si tiene a Lecce il grande congresso internazionale “Descartes. Il Discorso sul metodo e i Saggi di questo metodo. 1637-1987”.

Nel 1993 nasce la collana “Aurifodina Philosophica”, con l’obiettivo di rendere accessibili scritti filosofici e scientifici inediti pubblicati tra il 1500 e il 1800 attraverso la realizzazione di ristampe anastatiche.

Nel 1994, in occasione dei 350 anni dalla pubblicazione dei “Principia philosophiae”, si tiene il congresso “Descartes: Principia Philosophiae (1644-1994)”.

Nel 1994 inizia la pubblicazione del “Bulletin cartésien”, repertorio bibliografico di riferimento nell’ambito degli studi cartesiani.

Nel 1996 si tiene il congresso “La biografia intellettuale di Descartes attraverso la Correspondance”.

Nel 1998 si costituisce il “Centro Interdipartimentale di Studi su Descartes e il Seicento”. La cerimonia ufficiale, con la firma del Rettore Luigi Rizzo e del Président di Paris Sorbonne Jean-Pierre Poussou, si tiene il 2 marzo 1998 nella sala “Maria Luisa Ferrari” dell’Ateneo salentino. È online il sito www.cartesius.net. Nello stesso anno nascono le collane del CESDES, che, per gli editori Milella, Conte e, successivamente, Le Monnier e Brepols, pubblicano opere e studi di Filosofia moderna.

A partire dal 1999, il CESDES affianca il CEC nell’organizzazione delle ‘Journées Descartes’, colloqui annuali che tradizionalmente, nel mese di giugno, si svolgono nell’Amphitéatre Louis Liard in Sorbonne.

Nel 2000 nasce il Dottorato Internazionale in “Filosofia: Forme e storia dei saperi filosofici”, in convenzione tra l’Università del Salento e la Sorbonne, cui si aggiungerà successivamente anche l’Università di Colonia.

Nel 2000 si tiene il primo dei seminari dottorali, dedicati alla presentazione in corso delle ricerche e delle tesi dottorali di giovani studiosi cartesiani, che vedono la partecipazione dell’Università del Salento, della Sorbonne, dell’Université di Caen Basse-Normandie.

Nel 2003, per l’editrice Conte, esce la “Bibliographie cartésienne”, a cura di J-R. Armogathe e di V. Carraud, con la collaborazione di M. Deveaux e M. Savini.

Nel 2004, promossa dal CESDES, viene sottoscritta una convenzione tra l’Università del Salento e l’École Normale Supérieure (ENS).

Nel 2005 esce, per la collana «Il pensiero occidentale» di Bompiani, il volume di Descartes. Tutte le lettere, a cura di G. Belgioioso con la collaborazione di I. Agostini, F. Marrone, M. Savini e di J.-R. Armogathe, con un lessico di F. A. Meschini. Farà seguito, nel 2009, l’edizione dei due volumi delle Opere 1637-1649 e delle Opere postume 1650-2009, nonché della seconda edizione della corrispondenza. Quest’ultima farà da apripista a una serie di edizioni delle lettere di Descartes in tutto il mondo (Francia, Giappone, Romania, Brasile), alcune delle quali in corso. Per quest’opera, Giulia Belgioioso viene insignita, il 10 marzo 2005, del prestigioso Prix Italiques.

Nel 2006, viene sottoscritta una convenzione tra l’Università del Salento e l’École Pratique des Hautes Études (EPHE).

Nel 2008 nasce ‘Alvearium’, rivista annuale di Storia della Filosofia del CESDES.

Nel 2009 vengono pubblicate, per Bompiani, le edizioni delle opere di Descartes date alle stampe dal 1637 al 1649 e le opere postume (René Descartes. Opere 1637-1649 e Opere postume 1650-2009, Milano, Bompiani (G. Belgioioso con I. Agostini, F. Marrone, M. Savini).

Nel 2009, i due volumi delle Opere vengono presentati presso l’Ambasciata di Francia, in Palazzo Farnese, da Jean-Robert Armogathe, Vincent Carraud, Umberto Eco e Tullio Gregory.

Nel 2012 assume la direzione del Centre d’études cartésiennes Vincent Carraud, già segretario scientifico del “Bulletin cartésien” dal 1984 al 2000.

Nel 2012 viene conferita la Laurea honoris causa al professor Jean-Robert Armogathe.

Nel 2014 si tiene il congresso “Les Passions de l’Âme et leur réception philosophique”.

Nel 2015 nasce “Examina philosophica”, la collana di «Alvearium»: www.cartesius.net

Nel 2016 nasce, per Brepols, «The Age of Descartes / L’âge de Descartes», l’unica collana al mondo interamente dedicata agli studi cartesiani.

Nel 2017 il CESDES assume la nuova denominazione di Centro Dipartimentale di Studi su Descartes ‘Ettore Lojacono’, in memoria dello studioso scomparso, cui si deve, oltre che un’infaticabile attività scientifica, un imponente legato in favore del Centro.

Nel 2018 Igor Agostini assume la direzione del CESDES.

Condividi con:

luciani.2006@libero.it

No Comments

Leave A Comment