Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeSportVERSO BRESCIA vs LECCE – La Parola ai Tecnici

VERSO BRESCIA vs LECCE – La Parola ai Tecnici

VERSO BRESCIA vs LECCE – La Parola ai Tecnici

MARCO BARONI: “DA PARTE NOSTRA NON SARÀ UNA GARA CONSERVATIVA”

Mister Marco Baroni oggi ha presentato l’impegno che attende lui e la sua squadra domani alle 18 parlando prima di tutti dei convocati, o meglio di alcuni di loro tenuto conto delle loro condizioni:

Gabriel c’è ma ha un problema al braccio e dobbiamo valutarlo per vedere se sarà utilizzabile. Tuia sta bene, ma abbiamo deciso insieme a lui di dargli ancora un po’ di recupero per averlo poi al meglio. Adesso devo valutare le due soluzioni che ho a disposizione, quelle di Dermaku e Meccariello.”.

Quindi è passato alla disamina della partita e dell’avversario:

“Non mi interessa la classifica, ma penso alla prestazione che è quello che vogliamo. Il Brescia è un avversario in grande fiducia, che a volte non ha avuto gli episodi a suo favore ma che arriva in gran forma e spinta dal suo pubblico. E questo a noi piace perché ci consente di alzare l’asticella e siamo pronti e carichi per questo, sono proprio il tipo di partite che ci spronano a fare meglio. Arriviamo preparati a questo tipo di gara. Serviranno coraggio, corsa ed intensità e verrà fuori una partita bella perché da parte nostra non sarà una gara conservativa. Penseremo a produrre gioco”.

Baroni ha spiegato, poi, del come si arriva all’impiego dei giovani e ad attuare un certo tipo di turnover che dev’essere un’arma in più a disposizione:  

“Quando l’allenatore fa qualcosa lo fa sempre con un pensiero figlio di molteplici fattori e piccole cose. Il triplo cambio è dettato dal problemino di Strefezza, dalla gestione di Di Mariano e dalla necessità di far rifiatare Coda. Ho detto che non è pensabile di fare un campionato di alto livello con 12-13 giocatori. Tutti avranno spazio, i ragazzi lo sanno e sono d’accordo. Non partiranno dall’inizio sempre gli stessi, ci sarà bisogno anche degli altri. È un messaggio coerente che tutti devono recepire”.

Lo scarso contributo in fatto di gol segnati dai centrocampisti può portare a qualche cambiamento?

“Sto facendo un pensierino di cambiare qualcosa a centrocampo, ma la prova con il Perugia dei centrocampisti mi è piaciuta, inclusi Majer e Gargiulo. C’è da dire che sono tra i giocatori che hanno corso di più e questo è un valore”.

Ma anche gli esterni bassi contribuiscono poco, pur correndo tanto:

“C’è un dispendio di energie importanti e per questo avere più soluzioni è importante. Detto questo, per la mia esperienza è più la terza partita in cui si ha bisogno di cambiare, quindi è in quella che potrei attuare qualche cambio. Calabresi si sta allenando in maniera spettacolare, Vera sta bene. So di avere giocatori con caratteristiche diverse che possono tornare sempre utili”

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment