Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeSportVERSO CREMONESE vs LECCE – La Parola ai Tecnici

VERSO CREMONESE vs LECCE – La Parola ai Tecnici

VERSO CREMONESE vs LECCE – La Parola ai Tecnici

Eugenio Corini Lecce: “Probabilmente dall’inizio ci saranno 4/5 cambi nello schieramento rispetto a Brescia”

Alla vigilia della sfida alla Cremonese, in casa Lecce è mister Eugenio Corini a parlare alla stampa.

“La Cremonese è una grande squadra. Propone un 4-2-3-1 molto qualitativo. A Venezia ha perso giocando una buona gara quindi resta un avversario in forma. Dobbiamo dare il massimo per riuscire ad avere la meglio. In questa stagione ci sono state tante problematiche legate al COVID, al mercato estivo e ad altre questioni. A gennaio abbiamo fatto 5 innesti e stiamo rincorrendo un equilibrio generale. Prima di Ascoli e Brescia la squadra era in una posizione di classifica ottimale. Ora la situazione non è quella che vorremmo ma dobbiamo combattere a testa alta e uscire da questo momento in cui i risultati non ci premiano”.

Subito dopo il tecnico va nel dettaglio:

“A Pordenone avevamo impattato la partita molto bene. Eravamo pericolosi, ma dopo il gol del pareggio ci siamo riequilibrati. Stessa cosa con l’Ascoli e col Brescia, gare in cui avevamo mostrato un impatto iniziale positivo. Poi ci sono anche gli avversari che alle volte ti costringono a muovere la palla diversamente. Non basta parlare di impeto ma occorre analizzare tutta una situazione tattica. Il Brescia ha spinto ma per lungo tratto di gara siamo rimasti solidi. I gol subiti sono nati da cross in cui eravamo schierati. Da quel punto di vista si può fare di meglio. Soprattutto sulla seconda rete dovevamo gestire diversamente la palla in fase di possesso”.

Inutile, però, guardare a ciò che è accaduto, secondo Corini si deve pensare al futuro ed annuncia cambi:

“Sto ragionando sulla mediana. Probabilmente dall’inizio ci saranno 4/5 cambi nello schieramento rispetto a Brescia perché dobbiamo trovare nuove energie. Rodriguez domani partirà titolare: ha dimostrato di essere decisivo nei frangenti in cui è stato utilizzato grazie alla sua esplosività e merita una chance dal primo minuto per dare continuità alle sue prestazioni”.

Ci sarà però da fare i conti con l’infermeria:

“Calderoni potrebbe recuperare per Cosenza, Dermaku ha una fascite plantare e sta lavorando per tornare; Listkowski ha ancora un problema al tendine d’Achille che lo perseguita, ma potrebbe tornare per Cosenza. Paganini ha da tempo una sciatalgia e anche negli ultimi giorni ha accusato dolore. Mancosu dopo Brescia ha evidenziato fastidio per una vecchia cicatrice sul flessore e preferiamo non rischiare. Stesso discorso per Tachtsidis che riferisce di accusare un dolore al polpaccio. Stiamo lavorando per migliorare la condizione di Yalcin, la settimana prossima servirà di più per definire la sua situazione”.


Fabio Pecchia Cremonese: “scenderemo in campo con la giusta rabbia per rifarci dalla prestazione dell’infrasettimanale”.

Del confronto, attraverso il quale i grigiorossi cercano riscatto, ne ha parlato in conferenza stampa mister Fabio Pecchia:

“Farò rifiatare alcuni giocatori mettendo benzina su altri, scenderemo in campo con la giusta rabbia per rifarci dalla prestazione dell’infrasettimanale. Rimpianti? Vogliamo e dobbiamo continuare a fare le nostre cose mettendo di gara in gara qualcosa in più, occorre concentrarsi solo sulla partita. Dalle gare precedenti dobbiamo solo prendere spunto per preparare poi la settimana successiva: alla fine comunque anche al Venezia abbiamo creato grattacapi”.

Sui pochi gol segnati rispetto alle tante occasioni create:

“Dal punto di vista tattico ci stiamo lavorando, per attaccare la porta con il giusto equilibrio e tanti uomini. Questa è la strada, l’abbiamo segnata, e vedo sempre voglia di fare nei ragazzi: siamo sul giusto percorso, dobbiamo solo continuare così. Affrontando il Lecce con personalità”.

Nota conclusiva sulla formazione:

“Zortea è recuperato, così come Ravanelli anche se ha lavorato con noi solo gli ultimi giorni. Chiunque scenderà in campo, comunque, darà il suo contributo, io sto cercando di capire e valutare la formazione migliore per affrontare un dato avversario: tanto poi, anche chi subentra, sa dare il proprio aiuto. Buonaiuto? A sinistra e dietro le punte si sente a suo agio, a destra si sente più costretto, ora dobbiamo solo metterlo nelle migliori condizioni per esprimersi al meglio”.

 

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment