Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeSportVERSO FROSINONE vs LECCE – La parola ai tecnici

VERSO FROSINONE vs LECCE – La parola ai tecnici

VERSO FROSINONE vs LECCE – La parola ai tecnici

MARCO BARONI: “Per noi c’è obbligo di non abbassare mai la concentrazione”

Una grossa nube sul cielo giallorosso si è diradata, Di Mariano, infatti, fa parte dell’elenco dei convocati per la trasferta in terra laziale a differenza di Felici, Paganini e Tuia che rimarranno a Lecce a fare il tifo per i compagni.

Paganini che così non potrà vestire i panni dell’ex, si è bloccato ieri in allenamento mentre Tuia, è tenuto a riposo precauzionale, partono invece Di Mariano, Meccariello e Coda, anche se per quest’ultimo, l’allenatore si è riservata la decisione se schierarlo o meno fino all’ultimo secondo utile prima dell’inizio della gara di domani vedrà il Lecce affrontare allo “Stirpe” il Frosinone.

La situazione degli acciaccati e di conseguenza dei convocati è stata chiarita da Baroni in conferenza stampa:

“Di Mariano ieri a due minuti dalla fine dell’allenamento ha avuto una leggera distorsione, ma questa mattina si è allenato senza problemi, Coda sta meglio e ha svolto tre sedute con i compagni, ma prenderò ancora un po’ di tempo prima di decidere se schierarlo dall’inizio; voglio valutare fino in fondo Massimo per non correre rischi. Domani affronteremo una formazione dinamica, giovane e sarà un bel test perché ci piace misurarci con i più forti, ci sono tutti i presupposti per una bella prestazione. La pausa la considero sempre un’occasione di lavoro in più e ripartiamo da dove abbiamo terminato, per lo meno questo mi aspetto. Siamo due squadre che stanno entrambe bene e che hanno avuto molta costanza, non ho dubbi che sarà una bella partita e la porterà a casa chi sbaglierà di meno e saprà cogliere le situazioni favorevoli”.

Baroni sa bene che l’aver conquistata la seconda posizione in classifica creerà maggiori difficoltà

“Adesso che si è alzata l’asticella c’è più attenzione nei nostri confronti e bisogna aumentare la concentrazione, lavorare velocemente, con maggiore attenzione e intensità, mi interessa che la squadra non scenda dal punto di vista qualitativo. Per quel che riguarda Coda, se non dovesse partire titolare giocherebbe Olivieri e stiamo lavorando da un po’ di tempo su questo”.

A Frosinone sarà un ritorno che accoglienza si aspetta?

“Ho ottimi ricordi della mia stagione a Frosinone, della proprietà, del presidente e dell’ambiente, mi era stato chiesto di concludere un campionato con dignità e così è stato, vincendo anche gare in trasferta con avversari importanti. Sappiamo di andare a giocare in uno no stadio bello con tanto calore, noi dobbiamo rompere l’argine in casa o fuori e non scendere nelle prestazioni”.

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment