Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeSportVERSO LECCE vs ASCOLI –  La Parola ai Tecnici

VERSO LECCE vs ASCOLI –  La Parola ai Tecnici

VERSO LECCE vs ASCOLI –  La Parola ai Tecnici

Eugenio Corini: “Ascoli forte offensivamente. Sarà gara aperta. Pettinari? E’ in gruppo”

Corini, tecnico del Lecce, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida contro l’Ascoli. Ecco quanto evidenziato:

“Contro l’Ascoli abbiamo fatto bene nella gara d’andata, abbiamo fatto alcune sostituzioni. Arriva a Lecce come una squadra in salute, faccio un nome su tutti come Parisi. Hanno grandi energie ma noi abbiamo voglia di vincere la partita sul nostro campo. Sarà una gara aperta, loro hanno molti giocatori offensivi di qualità. Cercheremo tutti di mettere in campo le nostre caratteristiche”.

ASPETTATIVE:

“Sarà una gara aperta, loro hanno molti giocatori offensivi di qualità. Cercheremo tutti di mettere in campo le nostre caratteristiche”.

GOL PALLA INATTIVA:

“Spesso siamo molto pericolosi ma abbiamo finalizzato poco, è un aspetto sul quale lavoriamo, sicuramente speriamo di sbloccarci sotto questo punto di vista”.

ASSETTO IN MEDIANA – “Stiamo cercando un equilibrio e lo stiamo trovando, vogliamo fare qualcosa di importante, sicuramente serve ritrovare quel pizzico di follia, che all’inizio della stagione era troppa ma ci permetteva di fare tanti gol. Adesso dobbiamo fare un grande lavoro per accelerare il percorso di adattamento dei nuovi arrivati. Per vincere le partite serve necessariamente prendere qualche rischio in più”.

Sul nuovo arrivato Yalcin:

“Ha grande qualità ed è un giocatore molto reattivo. Ha avuto il covid che lo ha tenuto fermo negli ultimi 20 giorni, è un ragazzo che ha attitudine e qualità”.

GLI INDISPONIBILI:

“Listkowski e Calderoni non ci saranno, valutiamo Rodriguez, mentre per Hjulmand abbiamo margini affinché possa tornare con noi. Questi sono problemi oggettivi, non posso pensare di fare valutazioni legate alla sfida di martedì prossimo contro il Brescia. Calderoni potrebbe tornare contro la Cremonese”.
Il caso Pettinari:

“La società è stata chiara, per questa stagione è a mia disposizione. Ieri dopo un mese ha ripreso a lavorare con il resto del gruppo, sarà un’opportunità che terrò in considerazione fino alla fine del campionato”.

 

Andrea Sottil: “Abbiamo fatto un ottimo mercato. Lecce vera corazzata”.

Vigilia di Lecce-Ascoli per Andrea Sottil, tecnico dei bianconeri. Queste le sue parole durante la consueta conferenza stampa della vigilia: “Finalmente si è chiuso il mercato, con ottimi innesti, il Direttore Polito ha fatto un ottimo lavoro migliorando la qualità di una rosa già competitiva, ha preso giocatori molto duttili, con caratteristiche diverse e con determinazione e voglia di venire ad Ascoli per affrontare le battaglie con lo spirito giusto”.

La vittoria sul Brescia ha certamente agevolato il lavoro della settimana:

“La miglior medicina è sempre la vittoria, ma le vittorie bisogna conquistarle e questi ragazzi stanno dimostrando di giocare ogni partita solo per vincere e per 100’. Questa è l’identità che voglio portare avanti con loro”.

Sottil non sarà in panchina al via del Mare, a causa della squalifica rimediata per l’espulsione subita nei minuti finali del match col Brescia.

“Mi dispiace, non pensavo di subire la squalifica perché non ho detto nulla, con Simone Baroncelli c’è grande sintonia da tanti anni, ma lo stadio è vuoto e i ragazzi sentiranno lo stesso la mia voce”.

L’Ascoli affronterà un Lecce in serie positiva da sei turni:

“Questa settimana ho visto ottima applicazione e grande impegno, il Lecce è l’ennesima corazzata che affrontiamo, una squadra costruita per vincere il campionato, ha giocatori importanti, anche nei rincalzi. Come sempre rispettiamo tutti, ma l’attenzione dev’essere su di noi, siamo consapevoli che la gara sarà difficile, ma noi ci siamo. Mi aspetto una partita aperta, sono sicuro che andremo a giocarcela”.

Quella di domani sera sarà la prima di tre sfide ravvicinate in dieci giorni:

“La partita più importante è quella che deve venire, sono contento che si giochi spesso perché così si prende ritmo”.

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment