HomeSportVERSO LECCE vs ATALANTA – La Parola ai Tecnici

VERSO LECCE vs ATALANTA – La Parola ai Tecnici

VERSO LECCE vs ATALANTA – La Parola ai Tecnici

Prima di decidere chi mandare in campo nella sfida con gli orobici, mister Marco Maroni deve risolvere ancora qualche dubbio, soprattutto per quel che riguarda il reparto arretrato e la mediana, visto che sabato si giocherà nuovamente, a Genova contro la Sampdoria, uno scontro di capitale importanza.

Ed ecco alcuni stralci dell’intervista rilasciata da Baroni nella consueta conferenza stampa pre-gara.

Sulla partita di Udine:

“In Friuli c’è stato maggior coinvolgimento da parte di tutti dal punto di vista offensivo, con maggior ritmo e con gli esterni che hanno partecipato di più. Siamo una squadra che deve andare forte e solo così si può ridurre il gap con altre, si deve mirare sempre a questo.

Sui singoli:

“Umtiti si è allenato, domani faremo un discorso e vedremo, affronteremo la squadra più forte di tutte in trasferta e basta dire questo per presentare la gara. Per noi deve essere una partita di grande determinazione, senza timore, ma con rispetto e ci occorrerà un’altra prestazione come quella di Udine.

Colombo al di là del gol, ha fatto una buona partita e sto valutando se riproporlo dall’inizio, Ceesay, in questo momento è quello utilizzato maggiormente.

Pongracic sta bene, aveva solamente un’infiammazione che ha superato, si è allenato ed è disponibile. Voglio ben valutare, visto che ci sono partite ravvicinate, occorrerà certamente mantenere il ritmo e non possiamo essere al di sotto degli altri”.

Sul prossimo impegno:

“Se non c’è movimento dei laterali diventa difficile per tutti, l’Atalanta sa utilizzare l’ampiezza e l’attacco incrociato e dovremo essere bravi a controbattere ed essere dinamici.

I ragazzi non devono pensare molto alla categoria e alle pressioni, bisogna avere lo spirito giusto, Gallo è cresciuto nelle prestazioni, sia dal punto di vista fisico che nella gestione della palla e abbiamo bisogno di avere la testa libera e le gambe che girano.

Questa è una gara dove ci sarà da correre forte, guai a fare calcoli, la ‘Dea’ è una squadra che se si sbaglia qualcosa ti asfalta.

Ci teniamo a fare bene davanti al nostro pubblico e siamo dispiaciuti che non si sia ancora vinto in casa, è un vero dolore”.

Sulla classifica:

“In questo momento sarebbe uno spreco di energie guardare gli altri e fare calcoli, anche perché siamo di fronte a un campionato anomalo e tutto ciò che allontana dal lavoro quotidiano è una perdita di energie e tempo.

Trasformiamo tutto ciò che serve in determinazione, inutile parlare di episodi, non serve, dobbiamo concentrarci sul fatto che in Friuli abbiamo tirato, rischiato e tentato di segnare da fuori come ha fatto Gallo e bisogna ripeterlo. Prendere il palo, non ci deve abbattere”.

Sulla possibile formazione:

Potrebbero esserci alcune scelte differenti a centrocampo, venerdì si è corso molto e se partiranno gli stessi, non penso potranno arrivare fino alla fine, ma chi non gioca deve sfruttare al massimo le chance per dimostrarmi che sbaglio.

Bisogna, come detto prima, non essere sotto per quel che riguarda il temperamento e cercheremo con le nostre qualità di ridurre le distanze e provarci, è questo l’obiettivo prefissato”.

Calendario, classifica e marcatori completa

Serie A e B: Vai Serie C: Vai Serie D: Vai Promozione: Vai Eccellenza: Vai

#ldgcalcio #lecceoggi ╰┈➤ #ilMioVAR – La partita il giorno dopo Vai Il cammino del Lecce Vai

luciani.2006@libero.it

No Comments

Leave A Comment