Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeSportVERSO LECCE vs CATANIA: Gli Ospiti: CATANIA

VERSO LECCE vs CATANIA: Gli Ospiti: CATANIA

VERSO LECCE vs CATANIA: Gli Ospiti: CATANIA

pozzebon-catania-300x188

CATANIA CON TANTI PROBLEMI 

Il Catania ha vissuto forse una delle settimane più burrascose della propria storia calcistica e va ad affrontare una formazione, il Lecce, che è fortemente motivata a vincere questa sfida improntata alla estrema necessità di tutti ad evitare errori.

il Catania è, almeno potrebbe essere, una mina innescata sulla strada del Lecce, anche perché non può non essere un grande incognita dopo lo scossone delle dimissioni del tecnico Mario Petrone ad appena 3 settimane dal suo insediamento.

Fatale la sconfitta interna contro il Melfi, squadra ultima in classifica che reduce da 11 k.o. consecutivi è riuscita ad espugnare il “Massimino” che va ben oltre le dimensioni del punteggio. Quella contro il Melfi è stata solo la punta di un iceberg stagionale decisamente al di sotto delle aspettative: perché la stagione del Catania è partita male con i 7 punti di penalizzazione (problemi finanziari), è proseguita a corrente alternata con risultati ambigui tra casa (33 punti) e trasferta (13) per poi precipitare nell’ultimo mese con la sconfitta nel derby con l’Akragas (2-1) e la risoluzione del contratto con mister Pino Rigoli reo di non essere riuscito a dare un’idea di gioco e un’identità di squadra non adeguata alla nomea dei  giocatori in rosa.

Mario Petrone (ex tecnico Ascoli promosso in Serie B nella stagione 2014/15) è durato solo tre settimane e poi si è dimesso: “Avevo preparato la gara di domenica come se fosse quella della vita”. Ora la panchina è affidata a Giovanni Pulvirenti che ha al suo attivo una vittoria per 3-2 con la Primavera etnea su quella leccese, ma che oggi dovrà fare di necessità virtù ed arrangiarsi con soli 19 giocatori a disposizione.

Per considerare il vero valore della squadra bisogna fare il confronto tra punti conquistati sul campo e quelli riportati in graduatoria. I primi sono, infatti, 46 (33 in casa e 13 fuori), che senza la penalizzazione (7 punti in meno) piazzerebbero il Catania al sesto posto a ridosso di Matera, Juve Stabia e Francavilla. Invece i 39 punti determinati appunto dal saldo con la giustizia sportiva vede gli etnei piazzati alla 10ma posizione in piena bagarre per entrare in quei play-off che a questo punto sono diventati l’obiettivo minimo per salvare la stagione.

La stagione dei rossoblù è caratterizzata dall’altalenante cammino stagionale: rendimento in casa ottimo, dietro solo a Foggia e Francavilla (vittorie con Matera, Juve Stabia e Lecce (2-0 Di Grazia e Silva). Scarsi risultati invece in trasferta dove i siciliani hanno conquistato solo 13 punti.

Di grande qualità la “rosa” di giocatori: dal portiere Pisseri prossimo al passaggio nelle serie maggiori; all’ex Lanciano Domenico Di Cecco, in mezzo al campo ecco Biagianti con oltre 150 presenze in Serie A leader etneo dalla stagione 2007/’08; in attacco la scena è tutta per Demiro Pozzebon (nella foto), arrivato dal Messina nel mercato di riparazione e già in evidenza con due gol in maglia rossazzurra, che sommati agli otto precedenti lo fanno uno degli bomber più prolifici e temibili del girone.

A Lecce Pulvirenti opterà per il modulo 3-5-2 come da lui adottato fin qui nelle partite delle giovanili. Basterà a fermare il Lecce? Chi sa.

Eugenio Luciani

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment