Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeSportVERSO LECCE vs NAPOLI – Fabio Liverani “Dovremo saper soffrire”

VERSO LECCE vs NAPOLI – Fabio Liverani “Dovremo saper soffrire”

VERSO LECCE vs NAPOLI – Fabio Liverani “Dovremo saper soffrire”

Il tecnico leccese per presentare la partita contro il Napoli inizia la disamina del match dagli infortunati per poi passare agli altri temi: “L’infermeria si va svuotando. Sono out solo Meccariello e Dell’Orco, oramai sulla via della guarigione. Fiamozzi è fuori lista e ci vorrà molto tempo prima che recuperi dall’infortunio. Ad oggi non abbiamo la consapevolezza di avere una squadra unica su cui contare. Chi ha giocato ha fatto bene e chi è entrato, altrettanto. Per domani potrei cambiare qualcosa viste le tre partite in una settimana che ci attendono”.

Sul Napoli: “Hanno tante opzioni di collettivo e individualità. Di certo non lo scopro io; hanno battuto i campioni d’Europa ci sarebbe poco da dire. Ci saranno momenti in cui subiremo tanto, dobbiamo perciò essere pronti a difenderci bene e saper essere cattivi quando andiamo a prenderli alti. Le verticalizzazioni del Napoli? Non dobbiamo lasciare l’uno contro uno sugli esterni, dobbiamo affrontarli con raddoppi e scalate. Giocano molto sulla conoscenza e sugli automatismi individuali. Ad esempio, Mertens, Insigne e  Callejon giocano insieme da anni e si conoscono a memoria. Non dobbiamo concedere la profondità e raddoppiare. Il Napoli ha palleggio, fisicità, ha tutto”.

E sul Lecce: “Anche domani dovremo continuare sulla strada intrapresa a Torino: cercare di saper soffrire, essere compatti. Se non siamo compatti possiamo limitare il Napoli e qualche volta possiamo far male giocando alle spalle. Sarà una partita di grande sacrificio fisico, mentale e tecnico. Se sbagliamo tecnicamente in uscita, è pericoloso. Il Napoli opera anche un’ottima pressione”.

Quali giallorossi in campo: “Babacar è in crescendo di forma: è un giocatore che sa fare tutto, deve essere spronato a fare tutto. Credo che il suo atteggiamento quest’anno è finalizzato al grande riscatto. Soffre, lavora con abnegazione. Lo aspettiamo e per lui, come per gli altri, in queste tre partite ci sarà spazio. Shakhov trequartista? schierarlo dietro le punte potrebbe essere un’idea. È un giocatore intelligente che sta crescendo in condizione fisica. Ha empatia con i compagni, agisce bene tra le linee con gli altri compagni e nel palleggio. Possono giocare quasi tutti dall’inizio, farò delle valutazioni partita per partita. Imbula? No, lui non può giocare fin dall’inizio, ma è in rapida crescita. Mancosu? Potrebbe… Servirà dare il 110 percento da parte di tutti”.

Sulla coppia Lucioni-Rossettini “Sono molto soddisfatto di come lavorano, di come non hanno saltato un minuto dal ritiro. Per età, continuità, impegno e qualità sono da prendere come esempio. Dal lunedì alla domenica, in questo momento, non hanno perso nulla. È una buona coppia di difesa, conoscono i propri difetti e nascondono con le qualità. Hanno avuto un po’ di tempo, e per ora il campo ci ha dato un pochino di ragione. Ora, insieme a Meccariello e Riccardi mi danno buone garanzie di sostenibilità del campionato”.

Condividi con:
Valuta articolo

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment