Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeSportVERSO LECCE vs PESCARA – La Parola al tecnico

VERSO LECCE vs PESCARA – La Parola al tecnico

VERSO LECCE vs PESCARA – La Parola al tecnico

Oltre alle normali difficoltà tra cui muoversi per Eugenio Corini, ma anche per tutti gli allenatori, c’è l’alea della pandemia che incombe minacciosa su tutti noi. È di ieri il comunicato col quale la società ha notificato di tre calciatori “positivi” oltre a due componenti dello staff. I soggetti, ovviamente,  sono stati immediatamente isolati e sono state attivate tutte le procedure previste dalle vigenti normative e protocolli sanitari.

Nel caso specifico della partita di oggi deve far fronte a due problemi: l’affare-Falco e la sua squalifica, rimediata una settimana fa a Cosenza.

“Sono cose che capitano – ammette il tecnico – anche col Brescia mi è successo. Cerco di essere una persona equilibrata ma ho un fuoco dentro che ogni tanto mi fa fare cose fuori dalle righe. Come ho avuto modo di spiegare, l’espulsione di Cosenza è stata un fraintendimento: stavo richiamando l’attenzione su un fallo e ho avuto una reazione non corretta che ha portato l’arbitro a espellermi. Mi accomoderò in tribuna e mi sostituirà alla grande Salvatore Lanna che ormai è un allenatore vero e proprio”.

Per l’affare Falco, ovvero rinnovo contratto, pare che siano state momentaneamente risolte, proprio nelle ultime ore, con le parti che hanno deciso di rimandare ogni discorso a fine stagione.

“Pippo si è allenato questa mattina ma non lo convocherò – spiega Corini. Tornerà in gruppo martedì e sono contento del colloquio con la società, possiamo tornare a lavorare insieme con la giusta serenità”.

Ed eccoci all’impegno che il Lecce dovrà affrontare contro una squadra in piena crisi (1 punto in 5 partite) e con Massimo Oddo in bilico sulla panchina adriatica.

“Ho sempre grande rispetto per gli avversari. Il Pescara ha pareggiato con il Chievo che è la squadra più in forma in questo momento e ha fatto soffrire anche l’Empoli. Hanno provato a cambiare sistema di gioco cercando un equilibrio diverso. Sappiamo che è una squadra che ha dei valori, che in questo momento non li ha espressi ma possono comunque tirarli fuori in partita. Nel rispetto dell’avversario sappiamo di avere una grande opportunità, abbiamo la consapevolezza di aver lasciato qualcosa per strada e abbiamo voglia di andare a riprenderci”.

Ma chi giocherà, dice Corini:

“Ho un paio di dubbi che scioglierò all’ultimo o quasi. Voglio prendermi qualche ora in più per decidere la strategia iniziale e la eventuale lettura della partita. Maselli? Sono contento perché in Coppa Italia ha colto bene l’opportunità avuta. Sta crescendo, ma nel ruolo abbiamo un elemento di livello come Tachtsidis che deve stabilizzarsi dal punto di vista condizionale. Anche per la trequarti abbiamo un giocatore importante come Mancosu, oltre che Falco. Può lavorare lì anche  Henderson”.

Infine il Corini pensiero sulla attuale situazione del calcio che è messo a rischio sopravvivenza dalla pandemia:

“Noi abbiamo la fortuna di poter continuare a svolgere il nostro lavoro e dobbiamo reggere le difficoltà che questo periodo comporta. Se penso a cosa abbiamo affrontato prima della partita di Cosenza è qualcosa che va al di fuori di ogni logica, ma dobbiamo farci trovare sempre pronti. In questo momento tutti stanno vivendo qualcosa di particolare: la salute viene prima di tutto ma ci sono momenti in cui bisogna assumersi le responsabilità. Noi professionisti possiamo aiutare a dare un senso di normalità a tifosi che vivono momenti difficili, continuando a fare il nostro nella speranza di portare avanti questo minimo di normalità”.

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment