Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeSportVERSO MELFI VS LECCE: LA STORIA DEL MATCH

VERSO MELFI VS LECCE: LA STORIA DEL MATCH

VERSO MELFI VS LECCE: LA STORIA DEL MATCH

pallone calcio

Non ci sono molti precedenti relativi a questa gara, solo le quattro partite (andata e ritorno) di due stagioni, ma bastano ed avanzano per riportare alla mente ricordi infausti. Il primo nella stagione 2014/2015 a Melfi, concluso con una sconfitta e poi un Lecce – Melfi, stagione 2015/2016, altra partita dai tanti rimpianti.

La prima delle due sancii’ la definitiva resa del Lecce di Bollini verso dei play off che, nella giornata precedente con la vittoria sul Benevento, erano tornati ad essere un obiettivo raggiungibile. La sconfitta arrivò in conseguenza di un errore difensivo con un errato passaggio e sulla battuta del corner i lucani andarono in gol mentre i leccesi dovettero dare l’addio anche ai play off

La seconda fu il primo segnale dell’entrata in “riserva” dei giallorossi di Braglia. Fu un pareggio stentato che mascherò, a qualcuno, l’evidenza dei fatti ma segnò l’inizio del fallimento di un’altra stagione. Caturano, ex di turno, col suo gol in extremis permise ai giallorossi di mascherare i  deficit della squadra. Il Lecce stentò molto a trovare la via del pareggio, e il goal arrivò solo grazie ad un’invenzione di Lepore.

A questa nuova sfida le due squadre arrivano con statid’animo molto differenti.

Il tecnico melfitano Romaniello ha già detto che la sua arma in più sarà la grinta, e Padalino, dal canto suo, sapendo di avere giocatori che lo ascoltano molto, sta mettendo tutti in guardia circa l’approccio giusto alla gara.

Il Melfi ha fatto molto bene, con ottima organizzazione di gioco, nel primo incontro in casa contro la Casertana. Poi, in trasferta al “Menti” di Castellamare, ha subito un vero tracollo. Qual è il vero Melfi? Difficile dirlo a priori. Un’altra difficoltà potrebbe essere rappresentata dal manto del campo da gioco; le condizione non perfette penalizzano le formazioni più dotate di tecnica (ma non dev’essere una giustificazione).

Il Lecce viene da due vittorie e da un costante miglioramento delle condizioni fisiche e tattiche del team, lamenta qualche dubbio per Doumbia ma recupera Vutov e quindi può applicare modulo e gioco che mister Padalino gli sta confezionando su misura.

In conclusione bisogna che il Lecce stia attento all’avversario senza sottovalutarlo, sarà, forse, il primo vero ostacolo. Vincendo potresti mandare un messaggio importante a tutto il campionato.

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment