Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeSportVERSO REGGINA vs LECCE – La Parola ai Tecnici

VERSO REGGINA vs LECCE – La Parola ai Tecnici

VERSO REGGINA vs LECCE – La Parola ai Tecnici

Eugenio Corini: “Siamo una buona squadra non del tutto vincenti ancora. Dobbiamo lavorare e migliorare

Alla vigilia della gara contro la Reggina a mister Corini mancheranno Falco, Pettinari, Paganini, Rodriguez, Calderoni e Majer.

Con la schiettezza che gli viene riconosciuta da chi lo conosce bene, Eugenio Corini ha parlato

della classifica dei giallorossi alla vigilia del match che vedrà opposto il suo Lecce agli amaranto della Reggina allenati da Marco Baroni:

“Per adesso abbiamo dimostrato di essere una buona squadra, non siamo ancora del tutto vincenti, perché dobbiamo lavorare su alcune situazioni che non ci hanno permesso di avere almeno un paio di vittorie in più. Non è la classifica che volevamo e di conseguenza sappiamo di dover proseguire in un percorso, migliorare su alcuni punti di vista, sia mentali che tattici, sfruttare le nostre qualità e virtù e lavorare su qualche difetto in partita che non ci ha permesso di conquistare il risultato pieno, oppure pareggiare e non perdere”

Poi Corini prosegue e va a tutto campo parlando anche degli avversari che meritano la massima considerazione:

“Il Lecce vincente deve acquisire una mentalità che lo porti a essere sempre attento all’evoluzione del gioco, leggerne le fasi e alimentare quella che era una nostra caratteristica di condurre la gara, quindi, intensità nella fase d’attacco, ma anche forza nel difendere insieme, di non pensare a delegare qualcosa al compagno, ma partecipare a una fase che è altrettanto fondamentale, perché possiamo alimentare le nostre qualità mantenendo il possesso della palla il più a lungo possibile e cercando di sviluppare il nostro gioco ma, giustamente, ci sono anche le caratteristiche dei nostri avversari e quando hanno la palla loro bisogna avere la stessa predisposizione mentale per andare a recuperarla e pensare a creare nuovamente la manovra d’attacco.

I ragazzi hanno riposato solo due giorni dopo la gara contro il Monza, poi avevano da svolgere un lavoro personalizzato a casa e lo hanno fatto perché sono stati seguiti dai miei collaboratori. Domenica abbiamo svolto un allenamento per ritrovarci, poi, abbiamo sviluppato una settimana tipo, non abbiamo sviluppato quel tipo di preparazione che si fa dopo una sosta lunga, perché avevamo bisogno di rigenerarci da un punto di vista mentale e fisico, poi, dopo questa partita guadagneremo un altro giorno, visto che inizieremo a lavorare dal lunedì.

Continuo a pensare che le partite si vincano facendo gol, di conseguenza questo è un aspetto fondamentale. All’aspetto difensivo bisogna porre qualche attenzione e i fatti dicono che un po’ subiamo, quindi è importante non aver subito reti con i brianzoli, dopo aver lavorato su un punto di vista mentale e sulla fase di non possesso, ma questo non deve diventare l’obiettivo principale, perché bisogna giocare a calcio, segnare e difendere bene quando lo si deve fare.

La Reggina ha iniziato bene con Toscano, poi, ha avuto un momento di flessione, è arrivato Baroni che ha dato un input importante, perché, anche nella sconfitta con i Cittadella erano passati in vantaggio. Dopo hanno fatto risultati importanti a Vicenza, hanno vinto contro la Cremonese e ad Ascoli all’80mo vincevano. Sembra una squadra in palla, che ha gamba e qualità. Sappiano di dover affrontare un avversario forte, ma più si andrà avanti e ogni squadra avrà un obiettivo da raggiungere e i punti diventeranno sempre più pesanti e abbiamo questa consapevolezza, e quindi sappiamo che contro i calabresi dobbiamo fare una grande prestazione per portare a casa quello che vogliamo.

L’atteggiamento deve essere quello di fare la partita, con intensità, voglia e organizzazione. Mettere in campo quelle che sono le nostre attitudini e qualità e svilupparle al meglio”.

 

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment