Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeCronaca e AttualitàVISITA GUIDATA AI GIARDINI DELLE DIMORE DELLE CENATE

VISITA GUIDATA AI GIARDINI DELLE DIMORE DELLE CENATE

VISITA GUIDATA AI GIARDINI DELLE DIMORE DELLE CENATE

Iniziativa di Fluxus cooperativa. Appuntamento alle ore 10 all’Oasi Tabor

È in programma domenica 15 maggio, alle ore 10, una visita guidata in località Cenate, sospesa tra il centro e le marine di Nardò e caratterizzata da una particolare concentrazione di ville suburbane private. L’appuntamento è organizzato dalla cooperativa Fluxus, attiva nella promozione del turismo culturale e che, da circa vent’anni, grazie alla gentile collaborazione dei proprietari, consente ad appassionati di architettura e paesaggio di scoprire veri e propri tesori nascosti nella campagna salentina e nei piccoli centri. L’area delle Cenate, per la varietà degli scenari e la quantità di dimore presenti in meno di 5 km, ha offerto l’opportunità di sviluppare, negli anni, differenti percorsi tematici. Approfittando dei colori intensi che la natura riserva e del clima mite di primavera, l’appuntamento in programma per domenica propone un approfondimento sui giardini e sulle origini storiche del concetto di villeggiatura, che è strettamente legato alla rinascita della campagna e alla vita agricola.

Punto di ritrovo e partenza è la Villa Vescovile (Oasi Tabor, sulla strada Nardò – S. Caterina). Accompagnati da guide specializzate, tra cui l’agronomo e paesaggista Bruno Vaglio, i partecipanti esploreranno la campagna circostante, caratterizzata da verdeggianti parchi e muretti a secco, ma anche da vigne e ulivi, attraverso un percorso ad anello, lungo circa 4 km, che attraversa via Taverna e dove si trovano numerose dimore realizzate a più riprese a partire dalla fine del ‘700 e fino a primi anni del ‘900. Nel corso del ‘700, infatti, si assiste ad un progressivo ripopolamento delle campagne e ad una graduale trasformazione del paesaggio agrario. Masserie e modesti edifici rurali subirono ampliamenti e restyling, in quanto, alle necessità legate alla conduzione dei terreni, si affiancò pian piano l’esigenza del proprietario di trascorrere i mesi estivi con la famiglia. La selezione di ville incluse nel percorso offre l’opportunità di approfondire varie tipologie di giardini. Dal giardino “chiuso” al giardino produttivo e ornamentale. Si farà sosta tra frutteti e orti e si potranno osservare elementi decorativi e funzionali alla vita agricola, come i pozzi monumentali, le cisterne e i vari elementi d’arredo adibiti al relax. Da villa Vescovile a villa Sangiovanni, passando dalle ville Giulio e la Fragna fino a Villa Saetta, dal barocco all’eclettismo, un viaggio nella storia e nella bellezza.

Per informazioni e prenotazioni basta contattare il numero di telefono 380 4739285.

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment