Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeSportYALCIN ACQUISTO PER IL FUTURO. AL MOMENTO SOLO POCHI SPEZZONI

YALCIN ACQUISTO PER IL FUTURO. AL MOMENTO SOLO POCHI SPEZZONI

YALCIN ACQUISTO PER IL FUTURO. AL MOMENTO SOLO POCHI SPEZZONI

A due mesi circa dalla chiusura del mercato di gennaio si possono tirare già le somme sull’andamento dei rinforzi invernali per le 20 squadre di Serie B. A partire da quei giocatori arrivati per cambiare il corso della stagione e inseguire gli obiettivi che ogni club si è prefissato per la seconda parte di stagione. Fra chi ha avuto un impatto positivo, chi meno e anche chi ancora non è riuscito a ritagliarsi uno spazio importante con il nuovo club.

Tutte le squadre stanno per lanciare lo sprint delle ultime otto giornate ma la sosta del campionato ci consente, prima della full immersion, appunto nella cronaca delle ultime gare e sul risultato finale, di fare il punto sui mesi da gennaio in poi per analizzare quanto ccaduto dopo il mercato di riparazione.

Il Lecce in quel contesto ha provveduto a portare nel Salento un paio di calciatori,  Hjulmand e Yalcin. Ebbene il primo si è subito inserito come meglio non poteva essere, cogliendo al volo, avendone i mezzi, l’occasione di uno stato di forma non perfetta di Tachtsidis, per impossessarsi di una maglia da titolare in un ruolo nevralgico dell’impieanto di gioco della squadra.

Con Hjulmand, Corini ha rivoluzionato il centrocampo grazie anche all’esplosione, in contemporanea dello svedese Bjorkengren ed al ritorno alla grande di Majer e da quel momento la squadra ha trovato un equilibrio fra i reparti che hanno consentito di fare un recupero in graduatoria confermato dalla conquista del secondo posto solitario senza dire che nel girone di ritorno il Lecce sarebbe primo in classifica con 22 punti messi in cassa.

Sempre nel mercato di gennaio Corvino ha, poi, messo a segno un altro “colpo” di cui per ora non si è potuto avvalere in pieno mister Corini.

Sto parlando di Guven Yalcin, per lui oltre dover superare gli ostacoli di normale amministrazione per chi cambia completamente ambito di vita c’è da tener conto di quanto sia difficile trovare spazio con un Coda inarrestabile, come quello attuale ed altri due concorrenti nel ruolo come Stepinski e Rodriguez che si rendono sempre utili e un Pettinari pienamente dopo essere stato a un passo dall’addio.

Finora l’attaccante ha trovato poco spazio subentrando in cinque occasioni su dieci gare, ma da lui ci si attende molto e vedremo se dopo la pausa troverà maggiore spazio nonostante la folta concorrenza. Un acquisto pensato più in prospettiva che per dare un aiuto immediato, ma se il minutaggio dovesse aumentare potrebbe essere un’ulteriore arma in più nella corsa serrata alla Serie A.

Eugenio Luciani

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment