Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomePoliticaZULLO: “QUESTIONE SOTTOPRODOTTI DI ORIGINE ANIMALE, SERVE CHIAREZZA E SOLLIEVO PER I MACELLAI”

ZULLO: “QUESTIONE SOTTOPRODOTTI DI ORIGINE ANIMALE, SERVE CHIAREZZA E SOLLIEVO PER I MACELLAI”

ZULLO: “QUESTIONE SOTTOPRODOTTI DI ORIGINE ANIMALE, SERVE CHIAREZZA E SOLLIEVO PER I MACELLAI”

ignazio-zullo

Il settore dei macellai è uno dei più colpiti dalla crisi e, oltre al progressivo ribasso dei costi per far fronte alla concorrenza della grande distribuzione organizzata, sono chiamati oggi in alcuni territori contrariamente al passato, ad addossarsi i costi di gestione dei sottoprodotti di origine animale (S.O.A.) da parte dei recuperatori nonostante questi rientrano nella cessazione della qualifica di rifiuti ai sensi dell’art. 184 del Dec. Leg.vo 152/2006 e successive modifiche in quanto avviati a recupero.

Per questo ho presentato un emendamento alla Legge Regionale di assestamento del bilancio che si discuterà il 30 e 31 luglio per fare chiarezza e uniformare i comportamenti e le pratiche su tutto il territorio regionale.

Si ribadisce che i sottoprodotti di origine animale ( S.O.A.) se destinati a USO ZOOTECNICO, PET FOOD, USO INDUSTRIALE USO FERTILIZZANTI BIOCOMBUSTIBILI sono assoggettati a normativa sanitaria Reg. CE n. 1069/2009 e Reg. UE n. 142/2011 e rientrano nel regime della cessazione della qualifica dei rifiuti ai sensi dell’art. 184 del Dec. Leg.vo 152/2006 e succ. mod. in quanto avviati a recupero.

I soggetti recuperatori dei S.O.A sono tenuti a dichiarare al produttore la cessazione della qualifica dei rifiuti in quanto avviati a recupero sollevando il produttore da costi di gestione.

 

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment