Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomePoliticaDomani si vota nelle province di Lecce-Brindisi-Taranto

Domani si vota nelle province di Lecce-Brindisi-Taranto

Domani si vota nelle province di Lecce-Brindisi-Taranto

elezioni_comunali-

Finalmente siamo alla stretta finale. Domani, si apriranno i seggi elettorali (dalle 7 alle 23) e le urne che accoglieranno le schede per le Amministrative 2016 che designeranno i sindaci di 59 Comuni in Puglia.

Nella Provincia di Lecce saranno 23: Alessano, Alliste, Caprarica di Lecce, Castrignano del Capo, Cannole, Cavallino, Collepasso, Cutrofiano, Diso, Gallipoli, Lizzanello, Melissano, Nardò, Nociglia, Patù, Poggiardo, San Pietro in Lama, Sogliano Cavour, Taurisano, Taviano, Trepuzzi, Ugento e infine Sanarica, con un solo candidato in lizza.

Quattro i Comuni in Provincia di Brindisi: Fasano, Cisternino e San Pancrazio oltre alla città capoluogo

Undici, ancora, in Provincia di Taranto: Massafra, Ginosa, Statte, Roccaforzata, Avetrana, Fragagnano, Monteparano, Grottaglie, Laterza, San Giorgio Jonico, Torricella.

Le operazioni di voto si svolgeranno dalle 7 alle 23, con eventuale turno di ballottaggio domenica 19 giugno (solo nei comuni con più di 15mila abitanti, nel leccese Gallipoli e Nardò). Per votare è necessario presentare un documento di identità e la propria tessera elettorale.

Come si vota in comune fino a 15mila abitanti: Tracciando un segno solo sul candidato sindaco, solo sulla lista collegata al candidato sindaco o su entrambi. Il voto viene attribuito sia alla lista di candidati consiglieri che al candidato sindaco.

Come si vota nei comuni con più di 15mila abitanti: Se si traccia un segno solo sul candidato sindaco, il voto viene attribuito solo al candidato sindaco. Se si traccia un segno su una delle liste collegate al candidato sindaco o sul candidato sindaco e su una delle liste collegate al medesimo candidato sindaco, il voto va a entrambi. Si può anche ricorrere al voto disgiunto, tracciando un segno sul candidato sindaco e un altro su una lista non collegata. Sono entrambi voti validi.

È possibile dare due preferenze ma in questo caso è obbligatorio il cosiddetto “”; ovvero una delle due preferenze dev’essere assegnata ad una donna, caso contrario ci sarà l’annullamento della seconda preferenza.

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment