Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeCronaca e AttualitàL’INGRESSO A SCUOLA SCAGLIONATO ELIDE UN PROBLEMA MA NE CREA UN ALTRO

L’INGRESSO A SCUOLA SCAGLIONATO ELIDE UN PROBLEMA MA NE CREA UN ALTRO

L’INGRESSO A SCUOLA SCAGLIONATO ELIDE UN PROBLEMA MA NE CREA UN ALTRO

Nella bozza del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri si legge: «Fermo restando che l’attività didattica ed educativa per il primo ciclo di istruzione e per i servizi educativi per l’infanzia continua a svolgersi in presenza, per contrastare la diffusione del contagio, previa comunicazione al Ministero dell’istruzione da parte delle autorità regionali, locali o sanitarie delle situazioni critiche e di particolare rischio riferito ai specifici contesti territoriali, le istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado adottano forme flessibili nell’organizzazione dell’attività didattica incrementando il ricorso alla didattica digitale integrata, che rimane complementare alla didattica in presenza, modulando ulteriormente la gestione degli orari di ingresso e di uscita degli alunni, anche attraverso l’eventuale utilizzo di turni pomeridiani e disponendo che l’ingresso non avvenga in ogni caso prima delle 9.00».

Ingressi a scuola scaglionati, quindi; ed è la soluzione pensata per scongiurare la didattica a distanza e soprattutto per ridurre l’affollamento sui mezzi pubblici come denunciato tante volte. A quanto pare, però, se potrebbe essere così risolto un problema ecco che ne sorge subito un altro. Par la scuola superiore l’ingresso dovrebbe avvenire alle 9 ma, dicono preoccupati i tanti genitori interessati, i bus arrivano alle 7; cosa faranno i ragazzi in quelle due ore?

I ragazzi dovranno gioco forza vagare per strada fino al suono della campanella? Oppure, tenuto conto di chi arriverà prima, ma entrerà dopo non creerà quegli assembramenti pericolosi che si vogliono evitare? Tutte domande che stanno creando non poca confusione nelle famiglie in attesa di conoscere quali saranno le decisioni degli istituti.

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment