Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeEventi e SpettacoliNOTTI D’ESTATE BANAT, QUANDO LA MIGRAZIONE E’ AL CONTRARIO

NOTTI D’ESTATE BANAT, QUANDO LA MIGRAZIONE E’ AL CONTRARIO

NOTTI D’ESTATE BANAT, QUANDO LA MIGRAZIONE E’ AL CONTRARIO

santisidoro2

A Sant’Isidoro domani, giovedì 25 agosto, secondo appuntamento con Italiani altrove

Prosegue la rassegna Italiani altrove, una serie di proiezioni di film in collaborazione con Apulia Film Commission sui percorsi di vita degli italiani all’estero e segmento dedicato al cinema di Notti d’estate, il contenitore di eventi estivi dell’Assessorato al Turismo e alla Cultura del Comune di Nardò. Dopo la prima proiezione a Santa Caterina lo scorso 3 agosto, domani,giovedì 25 agosto a Sant’Isidoro(nei pressi della sede della Pro Loco),ore 21, tocca a Banat. Il viaggio, un film di Adriano Valerio con, tra gli altri, Edoardo Gabbriellini, Elena Radonicich e Piera Degli Esposti.

Tra le tante storie sul fenomeno della migrazione, Banat. Il viaggiocolpisce per la scelta inusuale di raccontarne una al contrario: un viaggio dall’Italia alla Romania, quasi a ricordare che stranieri e immigrati siamo stati e continuiamo ad essere (anche) noi italiani.Protagonista è Ivo, un agronomo che tra disagi esistenziali e lavorativi sceglie di mollare tutto e partire per le fertili campagne del Banat, una regione della Romania. L’altro volto della medaglia è Clara, ragazza modesta e dallo sguardo profondo, vulnerabile e bisognosa d’affetto, che passa le sue giornate al porto di Bari sistemando e quasi accarezzando le barche, fin quando non perde il lavoro. Ivo e Clara si incontrano per caso e sembrano capirsi subito. Passano una sola notte assieme prima che Ivo parta, ma questo basta per creare un legame e lasciare loro il desiderio di rincontrarsi. E’ un piccolo film profondamente ancorato all’oggi, specchio di una generazione lasciata a se stessa, indecisa fino all’ultimo su ogni scelta da prendere.

La rassegna Italiani altrove si tiene nei Comuni che sono soci della Fondazione di Apulia Film Commission. Cinque film di cinema contemporaneo che raccontano, ricorrendo agli stilemi del genere (il mèlo o la commedia) piuttosto che alla dimensione realistica, il confronto/scontro di italiani che si ricollocano in contesti “altri”, perché costretti dalle circostanze della vita o per libera scelta umana o professionale. Un’occasione per riflettere sulla nostra identità nazionale, in storie che raccontano della capacità e della voglia di confrontarci con l’altro da noi.

Gli altri tre appuntamenti con Italiani Altrove sono in programma il 30 agosto e il 4 e 6 settembre.

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment