Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeEventi e SpettacoliNOTTI D’ESTATE A NARDO’ UN PIZZICO DI ILENU DE TARANTA

NOTTI D’ESTATE A NARDO’ UN PIZZICO DI ILENU DE TARANTA

NOTTI D’ESTATE A NARDO’ UN PIZZICO DI ILENU DE TARANTA

Antonio Castrignanò

Mercoledì tappa del tour Fomenta di Antonio Castrignanò, voce de La Notte della Taranta

La musica tradizionale salentina, tra passato e futuro, approda a Nardò, mercoledì 24 agosto, con l’atteso concerto di Antonio Castrignanò in piazza Cesare Battisti (ore 21), tappa del tour Fomentae appuntamento che rientra nell’ambito di Notti d’estate, il contenitore di eventi estivi dell’Assessorato al Turismo e alla Cultura del Comune di Nardò.

Protagonista indiscusso del movimento di riproposta della musica tradizionale salentina e felice conferma della world music di marca italiana e meridionale, Antonio Castrignanò è una delle voci storiche dell’Orchestra de La Notte Della Taranta e percussionista tra i più apprezzati della scena musicale salentina. Da sempre alfiere della riproposta e infaticabile animale da palcoscenico, Castrignanò porta a Nardò i brani di Fomenta – Ilenu de Taranta, il suo ultimo lavoro discografico, prodotto da Ponderosae nato in collaborazione con il dj turcoMercanDede, che lo ha portato in giro nei più importanti festival del mondo. Un album che è una svolta nella sua già eclettica proposta artistica, fortemente condizionato dalle incursioni elettroniche maturate insieme all’artista turco in un corto circuito tra tradizione e rigenerazione della pizzica tarantata. I suoni di Fomenta hanno conquistato, tra gli altri, anche la principessa Carolina di Monaco che ha voluto Castrignanò e il suo gruppo alla festa di matrimonio del figlio Pier Casiraghi con Beatrice Borromeo.Fomenta è stato anche il primo singolo estratto, il cui videoclip è stato diretto da Emanuele Crialese, che con Castrignanò ha scelto di debuttare come regista di video musicali. I due avevano già collaborato nel pluripremiato film Nuovomondo (2006) del quale il musicista ha firmato la colonna sonora. A luglio scorso è uscito il nuovo videoclip Aria gaddhipulina, brano tradizionale ormai diventato uno dei suoi cavalli di battaglia.

Il concerto di Nardò ha la supervisione artistica del maestro Salvatore Casaluce e vedrà sul palco Rocco Nigro (fisarmonica/synth), Gianluca Longo (mandola), Giuseppe Spedicato (basso), Gianni Gelao (zampogna/fiati) e Luigi Marra (violino/tamburello/voce).

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment