Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomePoliticaIL PD INVITA I NUOVI SINDACI A COMPORRE LE NUOVE GIUNTE COL RISPETTO DELLA PARITÀ DI GENERE

IL PD INVITA I NUOVI SINDACI A COMPORRE LE NUOVE GIUNTE COL RISPETTO DELLA PARITÀ DI GENERE

IL PD INVITA I NUOVI SINDACI A COMPORRE LE NUOVE GIUNTE COL RISPETTO DELLA PARITÀ DI GENERE

pd-bandiera-120910130337_big_Public_Notizie_270_470_3[1]

Le ultime elezioni amministrative hanno visto un notevole passo in avanti in termini numerici, di comuni che verranno amministrati da Sindaci e giunte di centrosinistra. Già a partire dal lunedì scorso, i neo amministratori sono al lavoro per formare la propria squadra di governo, ed è su questo che la Vice Segretaria Regionale PD Sandra Antonica, la Presidente dell’Assemblea del PD della Provincia di Lecce Paola Povero e la componente della Segreteria Provinciale PD con delega alle pari opportunità Sonia Petrachi, lanciando un monito nei confronti di chi dovrà comporre le giunte, che dovrà farlo nel rispetto della parità di genere che negli ultimi anni, soprattutto in Italia hanno portato un innalzamento della qualità della politica italiana.

PAOLA POVERO – “Negli ultimi anni il dibattito europeo sull’uguaglianza di genere e sulle misure per promuoverla si è concentrato sul ruolo che l’introduzione di quote di genere può avere per abbattere il glass ceiling, gli ostacoli che le donne incontrano per raggiungere posizioni di vertice nel mondo del lavoro.
Secondo gli ultimi dati pubblicati dalla Commissione europea a gennaio 2015 in Europa la presenza femminile nelle giunte e amministrazioni comunali è in significativo aumento. L’equa rappresentanza di genere fa bene alla politica e questo non è un auspicio ma un dato di fatto”.

SANDRA ANTONICA – “Mi auguro che i nuovi Sindaci del Salento possano rappresentare la svolta e possano introdurre un’equa rappresentanza di genere. Non vogliamo più parlare di quote rosa, perché può essere letto come un termine sbagliato e ghettizzante, utilizzato da chi lavora per il mantenimento delle discriminazioni e delle diseguaglianze. Da donna sono convinta che dovremmo farci spazio in base al merito, su questo non ci sono dubbi,  sappiamo ormai bene che lì dove le donne sono messe in condizione di giocare alla pari, non hanno difficoltà ad affermarsi. Dobbiamo continuare a lavorare per portare avanti un profondo cambiamento culturale che consenta al Paese di avvalersi dell’importante e innovativo contributo femminile alla costruzione del nostro futuro e questo contributo passa anche dalle scelte dei nuovi amministratori salentini”.

SONIA PETRACHI – “È di tutta evidenza che per troppo tempo l’accesso alle cariche pubbliche elettive è stato ad appannaggio maschile. La riforma Delrio è entrata in vigore senza effetto retroattivo e nessuna giunta eletta prima si è spontaneamente rimodulata. In Italia la rappresentanza femminile in politica è inferiore al 40%, senza considerare i quasi 300 comuni nei quali si segnala la totale assenza di donne nel governo del territorio, si segnala un sindaco donna ogni cento elezioni dirette. Sono dei dati che possono essere allarmanti se già a partire da questa tornata elettorale non ci sarà un’inversione di tendenza in questo senso”.

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment