Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeCronaca e AttualitàSOLDI A PIOGGIA DALLA “TAP”

SOLDI A PIOGGIA DALLA “TAP”

SOLDI A PIOGGIA DALLA “TAP”

Mario-Michele-Elia-Trenitalia

La società TAP cerca di conquistare il Salento grazie ai soldi, così può sembrare dopo aver letto l’ultimo comunicato stampa emesso dalla stessa società che, come noto, sta gestendo i lavori per oleodotto che arriverà nella marina di Melendugno. Nel comunicato si legge: “200mila euro a sostegno di progetti di associazioni ed enti no profit: primo investimento per il miglioramento della qualità della vita mediante il sostegno di iniziative finalizzate alla realizzazione di progetti sociali culturali e ambientali a Melendugno”.

Più avanti è specificato che “saranno ammessi al finanziamento per non più di 25mila euro progetti presentati tra il 15 luglio prossimo e il 30 settembre da associazioni ed enti senza fini di lucro con sede legale nel Comune di Melendugno e che rispondano ai quattro obiettivi generali del Programma di Investimento Socio-Ambientale di TAP Sviluppo economico locale, Qualità della vita, Sviluppo delle competenze, Tutela dell’ambiente. Ammissibili anche progetti presentati in partenariato con associazioni ed enti no profit italiani o con entità pubbliche (Enti locali, scuole, strutture sociosanitarie, ecc.).

I progetti saranno valutati da una apposita commissione formata da esperti indipendenti che stileranno l’elenco dei vincitori che sarà poi annunciato entro la fine dell’anno; i progetti dovranno essere realizzati nel corso del 2017. Il bando potrà essere replicato due volte l’anno durante il periodo della costruzione del gasdotto, per un totale di 1 milione 400mila euro a sostegno di progetti”.

Il massimo dirigente della TAP, Michele Elia dice: «TAP intende agire come un componente non occasionale del panorama economico e sociale di Melendugno e del Salento, e dare, come spetta ad ogni cittadino, impresa o associazione, il proprio contributo alla crescita di un territorio nel quale opererà come minimo per i prossimi cinquant’anni. Altri interventi seguiranno, e l’augurio di TAP è che questo avvenga con il progressivo coinvolgimento delle istituzioni locali».

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment