Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeSportSTICCHI DAMIANI E MELUSO FANNO IL PUNTO DOPO IL MERCATO

STICCHI DAMIANI E MELUSO FANNO IL PUNTO DOPO IL MERCATO

STICCHI DAMIANI E MELUSO FANNO IL PUNTO DOPO IL MERCATO

sticchi damiani

Con un specifica conferenza stampa il presidente onorario del Lecce, Saverio Sticchi Damniani, ha fatto il punto sulla situazione tecnica, di mercato e societaria del Lecce, una sorta di rendiconto dello stato dell’arte dell’intero progetto Lecce, nell’immediata vigilia del debutto di campionato di Monopoli, rispondendo alle domande dei giornalisti nella Sala Stampa del “Via del Mare”. Nell’incontro il presiente è accompagnato dall’artefice primo (da un punto di vista operativo) Mauro Meluso.

Ha preso la parola Sticchi Damiani che ha iniziato: “Alla vigilia dell’avvio di questo campionato è necessario ripercorrere cosa è accaduto in questi mesi, per questo vi ho voluto qui oggi”. Poi prosegue “Abbiamo lavorato molto per coinvolgere una serie di aziende, grazie all’impegno personale di ognuno di noi e del nostro Marketing, per allargare la presenza degli sponsor e dei nostri sostenitori economici. Ci sono delle novità importanti che attendono la nostra maglia, dove il main sponsor resta MOBY, con Maffei, riconfermati nei rispettivi spazi, mentre abbiamo chiuso altri accordi commerciali importanti con Pezzuto Group che sarà presente con il suo marchio sul retro della maglia e con Rede Costruzioni, con il suo logo sulla coscia destra del pantaloncino”. Spazio anche all’accordo con ConfIndustria “Ci aspettiamo di conoscere presto i frutti di questa collaborazione, nel corso della prossima settimana. Attendiamo il loro supporto per incrementare il numero degli abbonamenti finali. Nei prossimi giorni incontrerò i vertici degli industriali locali per un report di quanto è stato fatto”. Importante, poi, il passaggio sulla campagna abbonamenti: “Ringrazio i tifosi che hanno sottoscritto 8mila abbonamenti: è per noi un motivo di grande responsabilità. Nonostante alcune partenze eccellenti e l’arrivo di nomi non altisonanti hanno dimostrato di voler sposare il progetto prescindendo da ciò che sarebbe arrivato dal mercato. E’ un segnale di grande maturità”. A questo punto doverosa una digressione sulla mancata presentazione ufficiale della squadra: “L’altra sera non ce la sentivamo di andare in piazza. Quel che stanno facendo gli Ultrà Lecce con la loro raccolta di beni e fondi da destinare alle popolazioni vittime del terremoto è eccezionale. Sono persone che non fanno parole, ma fatti. Ho apprezzato moltissimo, come anche ho apprezzato il gesto della squadra che ha fatto delle donazioni libere. Anche i soci si sono uniti a questa raccolta”.

Un occhio al futuro: “L’idea era quella di ringiovanire profondamente il gruppo, crearne uno nuovo che potesse avere una certa durata, per questo sono stati sottoscitti tutti accordi almeno biennali, per dare continuità ad un progetto che speriamo possa far bene sin da subito”. Con particolare riferimento al mercato: “Meluso ha fatto un gran lavoro, che ora è concentrato soprattutto in uscita, dove ci sono delle grandi difficoltà. Devo però davvero ringraziarlo: sembra a Lecce da sempre, si sta impegnando su tutti i fronti”. Senza dimenticare i “carichi pendenti” assunti al moento dell’acquisto della società: “A fine stagione termineranno alcuni contratti, finalmente. Ci alleggeriremo di obblighi economici pesantissimi e potremo finalmente concentrare tutte le risorse disponibili su elementi che sono utili al progetto”.

A questo punto, sui temi del mercato, prende la parola il DS del Lecce Mauro Meluso: “Per Della Rocca e Lo Bue ci sono degli infortuni gravi che ne condizionano il posizionamento. Non sono inseriti nella lista dei 25 da consegnare alla Lega Pro, ma stiamo ragionando su un tecnicismo della normativa sportiva, un cavillo che consentirebbe di aggregarli altrove a ottobre, per renderli appetibili sul mercato e avere più tempo per piazzarli. Camisa sta valutando delle offerte, Vinetot è in stand by”. Sul “dubbio” Doumbia “Per quanto riguarda Doumbia è emersa una precisa volontà di tenerlo mia e di Padalino. Il calciatore resterà con grande convinzione. Mi auguro che questa leggera antipatia da parte dei tifosi venga superata, a patto che il calciatore lotti e sudi per la maglia, come ha fatto nelle ultime due gare ufficiali. Doumbia ha potenzialità enormi, e poi i tifosi devono dimenticare il passato. L’abbiamo incontrato, ha capito di aver sbagliato qualche atteggiamento, chiederà scusa nel modo e nel momento giusto”.

Altri arrivi? – “Per quanto riguarda ulteriori arrivi valuteremo sino alle 23 del 31 agosto, ma abbiamo sei attaccanti in rosa, con anche il giovane Persano. Siamo già nelle condizioni di poter lavorare bene, poi abbiamo anche Doumbia, appunto, di cui vogliamo sfruttare tutte le qualità. Via i personalismi, però: come detto davanti a tutto c’è il gruppo, vale per Doumbia ma vale per tutti”. Due caèitoli a parte sono: Freddi e Herrera “Stiamo aspettando Freddi in sede per il 31 agosto, quando ricomincerà a lavorare con noi. Herrera ha delle opzioni di mercato, delle richieste: faremo la scelta migliore”.

A ripreso la parola, il presidente onorario Saverio Sticchi Damiani per parlare dei “Distinti da abolire”:  “Abbiamo subito incontrato il Sindaco, ci aggiorneremo tecnicamente nei prossimi giorni. Dal primo approccio sembra che ci sia la volontà del Comune di accompagnare questa idea, ma ci sono una serie di normative da rispettare. In Lega Pro un unico settore non può superare le 10mila presenze di capienza, per esempio. Comunque ne abbiamo discusso subito, come detto, con il Comune. In questa direzione si sta impegnando molto il Vice Presidente Liguori”.

Domani la squadra sosterrà un allenamento a porte chiuse alle ore 10.30 al Via del Mare.

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment