Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeCronaca e AttualitàNEL SALENTO IL RITORNO ALLA TERRA SI CONIUGA AL SOCIALE

NEL SALENTO IL RITORNO ALLA TERRA SI CONIUGA AL SOCIALE

NEL SALENTO IL RITORNO ALLA TERRA SI CONIUGA AL SOCIALE

 

Alessandra-Quarta QU.ALE

Il QU.ALE, il primo vino “democratico e buono” della giovanissima produttrice leccese Alessandra Quarta, corona il suo sogno

DOMANI 16 GIUGNO, A ROMA LA CONSEGNA DEL RICAVATO ALLE ORGANIZZAZIONI NO PROFIT

Dalla Puglia a Roma per consegnare alle associazioni no profitil ricavato delle vendite del QU.ALE. Si tratta del primo vino “democratico” e attento al sociale, nato dalla volontà della giovanissima produttrice leccese, Alessandra Quarta (27 anni) che dopo la laurea in Economia ed esperienze in giro per il mondo ha fatto la sua scelta: seguire le orme paterne e stabilirsi nei vigneti del Salento, provando però a lasciare una sua personalissima impronta.  L’idea che le frullava da tempo in testa era quella di un vino di qualità che fosse però alla portata di tutti e che potesse legarsi ad una buona azione. Nasce cosi, nel 2014, il QU.ALE: Rosso Salento IGP facile da bere e da acquistare, dal packaging con materiale riciclato, e democratico, appunto, anche nelle scelte dei consumatori, che hanno destinato il 5% del costo di ogni bottiglia ad una associazione, secondo una loro precisa scelta.

Giovedì 16 giugno al Lanificio 159 di Romala consegna ufficiale del ricavato alle associazioni coinvolte in questi primi due anni di vita del progetto: le internazionali AMKA ONLUS e CHARITY WATERe le pugliesi MADE IN CARCERE – il progetto di Officina Creativa, cooperativa sociale leccese non a scopo di lucro, che produce borse e accessori riutilizzando tessuti di scarto cuciti dalle donne detenute – e  SALINA DEI MONACI, area della provincia di Taranto che dopo un passato glorioso per l’economia salentina seguito da decenni di abbandono e degrado è stata restituita alla sua bellezza paesaggistica e naturalistica ed oggi, fa parte dei S.I.C. della “Rete Natura 2000” ed è  Riserva Regionale Orientata. Li vi sostano i fenicotteri rosa e altre specie rare come cavalieri d’Italia, aironi cenerini, gru e folaghe.

Il QU.ALE.  nasce nel Salentosotto lo sguardo vigile del padre Claudio Quarta, produttore che della qualità dei vini capaci di esprimere territori e autoctonia ha fatto la sua filosofia produttiva, con la quale guida, affiancato da Alessandra, le sue tre cantine: Moros a Guagnano (LE), Sanpaolo in Irpinia (AV) e Tenute Emèra a Marina di Lizzano (TA) dove è prodotto,  appunto, il rosso blend QU.ALE.

Per il nuovo corso del progetto,le organizzazioni no profit e le associazioni di volontariato interessate potranno inviare la propria candidatura.

 

Condividi con:
Valuta articolo

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment