Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomePoliticaELEZIONI E ASSUNZIONI IN CAMPAGNA ELETTORALE IL CENTROSINISTRA RISOLVE IL PROBLEMA DELLA DISOCCUPAZIONE

ELEZIONI E ASSUNZIONI IN CAMPAGNA ELETTORALE IL CENTROSINISTRA RISOLVE IL PROBLEMA DELLA DISOCCUPAZIONE

ELEZIONI E ASSUNZIONI IN CAMPAGNA ELETTORALE IL CENTROSINISTRA RISOLVE IL PROBLEMA DELLA DISOCCUPAZIONE

IGNAZIO ZULLO COR

Dichiarazione del presidente del gruppo dei Conservatori e Riformisti, Ignazio Zullo, sull’ipotesi di far assorbire gli esuberi del Teatro Petruzzelli alla Ales spa

Ormai non ci sono dubbi: per risolvere il problema della disoccupazione in Italia basta indire un’elezione all’anno. Le strategie occupazionali del centrosinistra al governo coincidono, infatti, con le strategie delle campagne elettorali: in queste occasioni le promesse di assunzione diventano il cavallo di battaglia per vincere. Un cavallo che però a urne chiuse non si capisce bene che fine faccia!

In questi ultimi giorni si sono strombazzate a livello nazionale nuove assunzioni nella Pubblica Amministrazione, cifre da capogiro 200mila!, oltre che sgravi fiscali per tutti i giovani meridionali… ma a livello locale il centrosinistra non è da meno: il deputato del Pd  Losacco, ha presentato in commissione Bilancio un emendamento alla Legge di Bilancio  in cui si prevede che gli eventuali esuberi di personale del Teatro Petruzzelli siano  riassorbiti in ALES SpA, società di proprietà del Ministero dei Beni e Attività Culturali che si occupa principalmente di gestione di spazi museali e loro organizzazione. La logica è la stessa che vorrebbe i precari della Regione essere stabilizzati dall’ente senza concorso.

Quando si parla di lavoro bisognerebbe essere seri. Perché in gioco non ci sono “numeri” ma persone con le loro famiglie e le loro storie. Fermo restando che per noi, Conservatori e Riformisti, le assunzioni nel Pubblico Impiego e negli enti pubblici devono essere fatte previa selezione concorsuale, quello che ci preme evidenziare è che se questa “propaganda occupazionale” viene fatta solo ad uso e costume di una campagna elettorale è disdicevole per chi la fa, ma soprattutto mortificante per chi spera!

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment