Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeSportLA PARTITA VISTA IL GIORNO DOPO

LA PARTITA VISTA IL GIORNO DOPO

LA PARTITA VISTA IL GIORNO DOPO

Nella foto: Gabriel  
 

IL LECCE TORNA A CASA CON LA CODA TRA LE GAMBE

Il Lecce ha la possibilità con il lavoro sul campo e alcuni interventi di mercato di dimostrare di esserci, di dimostrare che Cremona è stato solo uno scivolone isolato.

 

La partita di ieri a Cremona ha fatto rivedere il Lecce delle ultime stagioni, una formazione che va scriteriatamente all’attacco (in questo caso senza raccogliere nessun frutto) senza la benchè minima forma di copertura preventiva ad un’eventuale ripartenza dell’avversario. Solo così si possono beccare due reti nel giro di pochi minuti nelle stesse situazioni di gioco: da azione di corner a proprio favore il Lecce è talmente scoperto che prende due gol come da qualche anno a questa parte.

Evidente che, e spero solo per ieri, Lucioni e compagni hanno dimenticato gli insegnamenti di Baroni ed hanno giocato seguendo gli schemi di Liverani prima Corini poi. Risultato un 3-0 clamoroso cui bisognerà porre immediato rimedio per evitare di compromettere l’intera stagione. Baroni, che da ex grigiorosso, ha subito la sua prima sconfitta in terra cremonese, dovrà lavorare ancora molto ma, credo, dovrà lavorare anche il duo Corvino-Trinchera per portare a Lecce un paio di elementi (un difensore centrale veloce e bravo nel gioco aereo ed un centrocampista incontrista) per irrobustire una squadra che ieri ha balbettato in tutti i reparti.

Ieri, i giallorossi si sono sciolti come ghiaccio al sole di fronte ad una squadra che sarà pure ambiziosa ma certo non annovera Campioni come sono apparsi, invece, i vari Valzania e soprattutto Buonaiuto che ha fatto il bello e cattivo tempo senza che nessuno lo andasse almeno a limitare. La Cremonese non ha un tasso tecnico/tattico superiore a quello leccese ma ieri ha corso di più azzeccando tutte le mosse e cercando la vittoria con quell’accanimento che il Lecce, invece, ha forse dimenticato di portare con sé.

Ora il compito è, come detto, di rialzarsi subito fornendo contro il Como una prova gagliarda e scaccia fantasmi, insomma Cremona deve restare un passo falso isolato, sfortunato, da giornata-no, ed allora da negativo può trasformarsi in positivo per il futuro, ma si deve reagire subito ed alla grande.

Da oggi, poi, inizia l’ultima fase del calcio mercato ed il Lecce non deve sprecare quest’altra possibilità per tirarsi fuori dalle secche di un difetto che, ieri almeno, è tornato ad essere prepotentemente presente.

Domenica prossima ci sarà l’esordio casalingo con il Como ed i giallorossi,

in questi giorni dovranno trarre lezione dagli episodi di ieri e correggere tutto ciò che di sbagliato ha portato alla pesante sconfitta.

I tifosi, ora, negli ultimi giorni di mercato si attendo poi quelle mosse mirate a colmare le lacune manifestate.

Eugenio Luciani

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment