Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeCronaca e AttualitàNARDÒ: RIDUZIONI DELLA TARI MESSE A PUNTO DALL’AMMINISTRAZIONE

NARDÒ: RIDUZIONI DELLA TARI MESSE A PUNTO DALL’AMMINISTRAZIONE

NARDÒ: RIDUZIONI DELLA TARI MESSE A PUNTO DALL’AMMINISTRAZIONE

Fino al 100% di sconto per le imprese danneggiate dalle chiusure 8% di risparmio per tutte le famiglie rispetto al 2020

Non ci saranno altri avvisi. Una, due o tre rate in meno per chi ha subìto le chiusure da Covid19

“I neretini, rispetto al 2016, pagano il 4% in meno. Nonostante rincari, vecchi debiti e Covid”

Tari, ecco le riduzioni messe a punto dall’amministrazione comunale. La prima novità è che non ci sarà nessun avviso di pagamento “a saldo” rispetto ai bollettini già consegnati ai contribuenti neretini, ma la novità più importante riguarda le utenze non domestiche gravate dalle restrizioni anti-Covid19, che beneficiano di una grossa riduzione dell’importo dovuto: un “taglio” fino al 100% con lo “sconto” di una, due o addirittura tre rate. Nella prossima seduta il Consiglio comunale prenderà atto del piano economico finanziario dei servizi di igiene urbana per l’anno 2021, così come validato da Ager, l’Agenzia regionale per la gestione rifiuti, stabilendo il nuovo quadro degli importi e delle rate della Tari, con i vantaggi per cittadini, professionisti e imprese.

Come si è arrivati a queste novità? Ager, con determina del 21 giugno, ha stabilito un costo “efficiente” del servizio per il 2021 pari a circa 8 milioni e 754 mila euro, sensibilmente superiore al costo effettivo, che è di 8 milioni 391 mila euro. Il Comune di Nardò, quindi, grazie a una gestione virtuosa ha ottenuto un risparmio considerevole rispetto alla tariffa preventivata. In attesa della determinazione di Ager, al fine di assicurare la possibilità di rateizzazione per i cittadini, l’amministrazione comunale aveva emesso gli avvisi Tari 2021 (il 14 maggio), con una bolletta pari al 95% del 2020, stabilendo ogni importo in via presuntiva come “acconto” e procedendo alla rateizzazione nelle tre scadenze del 31 maggio, 31 luglio e 30 novembre. Adesso, in virtù della determina di Ager, si è potuto stabilire l’importo esatto, con un risultato molto positivo per i cittadini: azzerata la possibilità di ulteriori aumenti, consolidato il risparmio del 5% sul 2020 e applicato un ulteriore “sconto” del 3%. In totale i neretini risparmieranno l’8% di Tari rispetto al 2020 sulle utenze domestiche. Naturalmente i titolari di utenza domestica dovranno procedere al versamento delle rate così come indicate sugli avvisi ricevuti e il rimborso del 3% avverrà sul 2022. Ciò al fine di semplificare gli adempimenti ed evitare il ridimensionamento dello “sconto” a causa dell’emissione di ulteriori avvisi, con costi di stampa, spedizione e altre spese.

La riduzione più sostanziosa riguarda le utenze non domestiche, interessate dalle chiusure e dalle restrizioni legate all’emergenza sanitaria da Covid19. L’amministrazione comunale ha utilizzato circa 1 milione e 215 mila euro per sostenere le imprese colpite e aiutare le famiglie. Un’importante azione di sostegno all’economia locale. Si tratta di somme rese disponibili dai decreti-legge n. 34/2020 (817 mila euro) e n. 73/2021 (398 mila euro) che il Comune di Nardò ha interamente destinato a riduzioni della Tari. Quindi, oltre alla riduzione del 5% rispetto al 2020, le utenze non domestiche saranno interessate da una ulteriore riduzione nelle misure di una o due rate o addirittura dell’importo totale. Gli interessati riceveranno una comunicazione pec da Bianco Igiene Ambientale (gestore del servizio) con le relative istruzioni. Tutti coloro che hanno pagato la prima rata entro la scadenza del 31 maggio, beneficeranno dello scomputo sull’annualità 2022.

Per conoscere quali sono le categorie interessate dalle riduzioni e per qualsiasi altra richiesta di informazioni sulla Tari, ci si può rivolgere allo sportello dedicato ubicato in via dei Bernardini n. 83 presso la sede di Bianco Igiene Ambientale srl, aperto al pubblico lunedì dalle 9 alle 12 e giovedì dalle 16 alle 18. Lo sportello può essere contattato, da lunedì a venerdì, mediante l’indirizzo di posta elettronica tributi.tari@comune.nardo.le.it, l’indirizzo di posta elettronica certificata tributi.tari@pecnardo.it, via fax al numero 0833 562777 o chiamando il numero 0833 561513. Ulteriori informazioni saranno disponibili sul “Portale trasparenza servizio di gestione dei rifiuti urbani” facilmente accessibile dalla home page del sito web del Comune di Nardò www.comune.nardo.le.it.

“Grazie alla gestione virtuosa del servizio e all’utilizzo dei fondi ministeriali – spiega il sindaco Pippi Mellone – siamo riusciti ad assicurare un forte risparmio sulla Tari per cittadini, professionisti e imprese. Le utenze domestiche pagheranno l’8% in meno rispetto al 2020, mentre le utenze non domestiche riceveranno una riduzione che va dal 33 al 100%. Questo significa che siamo riusciti ad ottimizzare i costi e assicurare una riduzione nonostante gli aumenti, nonostante la “legge Renzi” che fa pagare a tutti l’evasione di pochi, nonostante i debiti che abbiamo ereditato e che ci sono piovuti addosso come tegole, e, soprattutto, con un servizio porta a porta esteso su tutto il territorio, grazie al quale la mia amministrazione ha eliminato i bidoni maleodoranti dalle marine. Un successo importante a fronte di un trend di rincari generalizzati. Un successo che quest’anno mettiamo a disposizione di famiglie e imprese con uno sconto importante, che arriva al 100% per le imprese più colpite”.

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment