Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomePoliticaI SINDACATI SI RIVOLGONO AL GOVERNO PER RISOLVERE IL CASO DEGLI OPERAI DELLA “PALUMBO”

I SINDACATI SI RIVOLGONO AL GOVERNO PER RISOLVERE IL CASO DEGLI OPERAI DELLA “PALUMBO”

I SINDACATI SI RIVOLGONO AL GOVERNO PER RISOLVERE IL CASO DEGLI OPERAI DELLA “PALUMBO”

img_archivio1482016122227

I sindacati preoccupati per l’allungamento dei tempi oltre che invitare il Prefetto a calendarizzare in tempi brevissimi l’incontro già annunciato con Anas e Regione Puglia” hanno preso l’iniziativa di presentare il caso degli operai Palumbo all’attenzione del Governo. Un documento unitario delle organizzazioni sindacali Cgil, Cisl e Uil, infatti, è stato inviato all’attenzione del Ministro delle Infrastrutture Del Rio, oltre che del Prefetto di Lecce, del Presidente di Anas e del Presidente della Regione Puglia, per sottolineare la condizione dei lavoratori del Gruppo (Leadri – Co.Ce.mer. Pal. Strade- SS.P.) da giorni in presidio permanente ai margini della S.S. 275 Maglie-Leuca.

“Nonostante tutti gli sforzi profusi -scrivono i sindacati- per attivare le azioni di carattere sindacale mirate a salvaguardare i posti di lavoro, le aziende hanno preceduto al licenziamento collettivo del personale dipendente. Si tratta di maestranze che hanno già realizzato importanti opere giunte ormai a completamento (come la Strada Statale Maglie-Otranto) e che oggi stanno subendo le conseguenze del blocco e del mancato avvio di altre importanti arterie, ritenute a giusta ragione, “strategiche per lo sviluppo e la sicurezza del nostro territorio” (Strada Regionale 8 Lecce-Melendugno, Strada Statale 275).

Riteniamo non più differibile l’inizio dei lavori, non solo per dare risposte di carattere occupazionale ad un territorio segnato da una forte emorragia di posti di lavoro, ma soprattutto per dotare il Salento di infrastrutture annunciate ed attese da anni. È per questo che riteniamo fondamentale la piena assunzione di responsabilità da parte di tutti i soggetti interessati, sia dal punto di vista tecnico che politico, dai quali ci aspettiamo, in base alle rispettive competenze, un’azione immediata e concreta”.

I sindacati si dicono preoccupati per l’allungamento dei tempi e invitano il Prefetto a calendarizzare in tempi brevissimi l’incontro già annunciato con Anas e Regione Puglia”.

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment