Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomePoliticaLECCE: LA SINISTRA SI OPPONE ALLE TELECAMERE DI SORVEGLIANZA NEGLI ASILI E NELLE CASE DI CURA

LECCE: LA SINISTRA SI OPPONE ALLE TELECAMERE DI SORVEGLIANZA NEGLI ASILI E NELLE CASE DI CURA

LECCE: LA SINISTRA SI OPPONE ALLE TELECAMERE DI SORVEGLIANZA NEGLI ASILI E NELLE CASE DI CURA

8-telecamere

Salvemini e i suoi ne risponderanno alla città

La solita sinistra fumosa e pretestuosa ha voltato le spalle, ancora una volta, alla sicurezza dei nostri bambini e dei nostri anziani. Nel corso della discussione nell’ultimo Consiglio Comunale sulla mozione presentata dai Consiglieri Guido e De Benedetto sulla possibilità di installare telecamere di video sorveglianza nei asili e nelle case di cura della città, la maggioranza ha accampato scuse futili e pretestuose, bocciando di fatto la proposta sostenuta da tutto il centrodestra unito. L’idea, che aveva trovato il favore anche del Consigliere del M5S, è stata bocciata anche dai tre Consiglieri di Prima Lecce che, così, si sono posti in aperto contrasto con il loro leader politico Sen. Marti, favorevole alla mozione.

Ai Consiglieri di maggioranza teniamo a ribadire che non ci sarebbe stato nessun ‘Grande Fratello’: la nostra proposta prevedeva telecamere a circuito chiuso, capaci di registrare immagini criptate e cifrate, che sarebbero state messe a disposizione dell’Autorità Giudiziaria solo nel caso di presunti casi di cronaca, e previa denuncia di reato.

Purtroppo non si è riusciti, nemmeno stavolta, ad andare oltre gli steccati ideologici, voltando le spalle a oltre mille cittadini che già avevano sottoscritto la proposta lanciata da tutto il centrodestra poche settimane fa.

Sarà a questi cittadini, anzi a tutta la città, che il Sindaco Salvemini e tutta la sua maggioranza dovranno dare risposte sul perché non è stata messa al primo posto la sicurezza e la tranquillità dei nostri figli e dei nostri nonni. Chi è favorevole o meno a questa idea lo dica apertamente e pubblicamente, assumendo piena responsabilità davanti alla cittadinanza.

Da parte nostra, Coordinatori Cittadini di Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia, la battaglia non si ferma certo qui: continueremo la nostra raccolta firme, la nostra opera di sensibilizzazione, finché non si arriverà a mettere al centro il benessere dei soggetti più deboli.

Cristian Sturdà – Forza Italia

Mario Spagnolo – Lega

Antonio Mazzotta – FdI

 

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment