Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeSportLEGA PRO GIRONE C – XII GIORNTA – Il Commento

LEGA PRO GIRONE C – XII GIORNTA – Il Commento

LEGA PRO GIRONE C – XII GIORNTA – Il Commento

La Juve Stabia si stacca dal gruppetto delle inseguitrici

logo-Lega-Pro-Unicef-2016-2017

Il contemporaneo pareggio delle tre formazioni che la inseguono, Foggia, Lecce e Matera, consente al termine della dodicesima giornata di calendario alla Juve Stabia di allungare il passo in vetta alla classifica e portare a tre i punti di distacco dal terzetto sopra citato. Ma vediamo tutti i risultati registrati. Nel complesso si sono registrati ben sei pareggi, tre vittorie esterne e solo una squadra di casa è riuscita ad incamerare l’intera posta, la Paganese contro il Taranto che appare sempre più in difficoltà. Motivi di classifica facevano già propendere alla spartizione dei punti le partite che vedevano in campo squadre di media e bassa classifica e così è stato per Akragas-Melfi; V.Francavilla-Monopoli e Andria-Vibonese. I punti però li hanno divisi anche Foggia e Catania la prima non è riuscita a sfruttare il fattore campo mentre la seconda sta cercando di recuperare  tutto lo svantaggio accumulato (non per colpa della squadra) per tentare di reinserirsi quanto meno nel discorso play off. Tutto sommato è stato, bisogna dirlo, un risultato equo. Ha pareggiato anche il Matera, contro il Messina, e qui forse la squara lucana avrebbe potuto cercare di otttenere di più, ma Lucarelli sta riuscendo a rivitalizzare la propria squadra, con un ottimo lavoro. Deludente invece il pareggio ottenuto dal Lecce in quel di Fondi. I giallorossi si sono superati, se con la Vibonese (matricole indigeste) era andato due volte in vantaggio per poi chiudere sul 2-2 questa volta ha costituito un vantaggio fulmineo (dopo solo 25 secondi) poi raddoppiato al 27 minuto per lasciarsi raggiungere in soli due minuti finali del primo tepo. Quella dei minuti finali in negativo stanno diventando un dato allarmante!. La causa di questo nuovo sperpero di punti può essere frutto del solito vizio della squadra che Padalino si ostina a non voler correggere: a centrocampo siamo carenti, perché sempre in inferiorità numerica, e non riusciamo a coprire a sufficienza la difesa quando sono gli avversari ad avere il possesso palla, ma, in più, ovvio, l’attacco non è rifornito con quella frequenza che necessita per andare più spesso in gol. Con ieri sono tre le “giornate”  senza vittoria e la vetta della classifica, che era stata appena conquistata, si è allontanata pericolosamente. Già, perché mentre le inseguitrici hanno segnato il passo, la Juve Stabia ha sbancato Catanzaro e ha incrementato il suo venatggio portandolo a tre punti. Un risultato che il Lecce deve guardare con attenzione è quello di Cosenza dove i lupi silani sono stati battuti dalla Casertana e quindi domenica al “Via del mare” verranno più agguerriti che mai. Quindi occhio!

Eugenio Luciani

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment