Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeAlmanaccoALMANACCO DEL GIORNO

ALMANACCO DEL GIORNO

ALMANACCO DEL GIORNO

ALMANACCO DI OGGI: lunedì 04 aprile 2022

Quattordicesima Settimana dell’Anno 2022

Giorni trascorsi dall’inizio dell’anno 94* giorni mancanti alla fine dell’anno 271

A Roma il sole sorge alle 05.47 e tramonta alle 18.38 (ora solare)

A Lecce il sole sorge alle 5.38 e tramonta alle 18.22 (ora solare)

OGGI SI FESTEGGIA: Sant’Isidoro

OGGI È: Giornata internazionale contro le mine

Contro ogni norma del Diritto Internazionale Umanitario, le mine anti-uomo causano attacchi indiscriminati che colpiscono migliaia di persone ogni anno, danneggiano l’ambiente, ostacolano la ricostruzione e vanno ben oltre i limiti di un conflitto. Il 4 aprile, si celebra la Giornata Mondiale contro le mine, una campagna internazionale promossa dalle Nazioni Unite per dare voce a tutte le vittime. è dal 1997 che si cerca di ottenere la messa al bando di questa arma. Con la Convenzione di Ottawa, infatti, gli Stati firmatari si impegnano a vietare l’impiego, lo stoccaggio, la produzione e il trasferimento delle mine antiuomo, oltre che a distruggerle.

Nel dicembre 2004 la Convenzione era stata siglata da 152 Stati. Tra gli assenti Stati Uniti, Russia, Cina, India, Israele, Turchia. Ad oggi gli aderenti sono 156, compreso l’Afghanistan, dove 14.400 persone sono state impiegate nella distruzione di oltre un milione di residui bellici esplosivi.

L’Organizzazione delle Nazioni Unite sta cercando di collegare l’azione contro le mine con piani più ampi di sviluppo, per promuovere allo stesso tempo le produzioni agricole, rafforzare le infrastrutture, migliorare l’approvvigionamento idrico e fornire istruzione e servizi sanitari migliori nelle aree più tormentate da questo problema, tutto ciò in linea con gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio.

ACCADDE OGGI: 1975 –  Fondata la Microsoft: 

«Nel futuro vedo un computer su ogni scrivania e uno in ogni casa». Così il giovane Bill Gates s’immaginava il domani nel momento in cui dava vita alla sua “gallina dalle uova d’oro”, con la quale ingaggiò una sfida a distanza a colpi di tecnologia con il grande rivale Steve Jobs.

Legati da lunga amicizia fin dagli anni del college, Gates e Paul Allen erano sempre più convinti delle infinite possibilità di business che offriva il mercato dei personal computer, e l’uscita nel 1974 del primo kit per Microcomputer Altair 8800 diede loro la spinta decisiva. I due si trasferirono ad Albuquerque (Nuovo Messico) e qui diedero vita alla società Microsoft Company, per produrre software.

Come prodotto di lancio, venne proposto alla Micro Instrumentation and Telemetry Systems (MITS) un linguaggio di programmazione per l’Altair 8800, adattando il BASIC ideato da John George Kemeny e Thomas Eugene Kurtz. In otto settimane i due informatici misero a punto la nuova versione: nacque l’Altair Basic, il primo linguaggio di programmazione scritto per un personal computer.

Il software, ceduto in licenza alla MITS, venne in seguito implementato per renderlo compatibile con altri sistemi e venderlo ad altri distributori. La cosa andò in porto solo dopo aver vinto una battaglia legale contro la MITS, che si era opposta alla vendita. Il via libera al Microsoft Basic fece impennare le entrate dell’azienda, passando da un fatturato di 16.005 dollari del 1979, ai 2.390.145 dollari del 1980.

Nello stesso anno Gates gettò le basi per un successo epocale. Per 50mila dollari acquistò il sistema operativo Q-Dos, da cui tirò fuori un nuovo software destinato a dominare la scena per oltre dieci anni: l’MS-DOS (acronimo di “MicroSoft – Disk Operating System”) conquistò da subito la IBM che lo scelse per il suo PC e da qui divenne il più diffuso in tutto il mondo.

Dopo aver spostato la sede centrale a Redmond (Washington), con gli anni Novanta Microsoft lanciò l’interfaccia per MD-DOS, cui lavorava da tempo: Windows 3.0 fu la prima versione di Windows di successo, che portò la compagnia di Gates a competere con i PC Apple Macintosh e Commodore Amiga. L’uscita di Windows 98 segnò l’inizio di una conquista senza precedenti del mercato dei personal computer, che suscitò critiche e accuse di abuso di posizione dominante nei confronti di Microsoft.

Il XXI secolo, in particolare verso la fine del primo decennio, vide l’ascesa di Apple con dispositivi multimediali, come gli iPhone, che operarono una rivoluzione tecnologica, costringendo la società di Gates (che dal 2008 conservò soltanto la carica di presidente onorario) a rincorrere continuamente. Nel 2012, con la sola vendita degli iPhone, il fatturato dell’azienda guidata da Jobs ha superato quello della Microsoft, che ha i suoi punti di forza in Windows e nella console per videogiochi XBox.

Il 2013 ha segnato l’ingresso di Microsoft nel settore della telefonia cellulare, grazie all’accordo stipulato con la Nokia, in base al quale sono stati acquisiti (per una cifra intorno a 7 miliardi di dollari) i marchi Lumia, Asha e PureView.

EVENTO SPORTIVO: 1968 –  In 80.000 esultano per la Coppa all’AEK Atene:

La seconda edizione della Coppa delle Coppe di pallacanestro maschile, organizzata dalla FIBA Europe, è stata vinta dall’AEK Atene che, dopo aver piegato in semifinale l’Ignis Varese (seconda nel campionato italiano e detentrice del trofeo), ha sconfitto lo Slavia Praga per 89 a 82.

La finale, ospitata nello Stadio Panatinaiko di Atene, è stata seguita da 80.000 spettatori, primato ancora imbattuto per un incontro di basket!

NACQUERO OGGI:

1951 – Francesco De Gregori

1954 – Fiorella Mannoia

1973 – Loris Capirossi

LA FRASE CELEBRE (Aforisma): 

Il primo caffè del mattino non può essere considerato colazione ma piuttosto tentativo di rianimazione. Buon lunedì!

IL PROVERBIO DEL GIORNO:

Occhio non vede, cuore non duole.

I DOODLE DI GOOGLE: Vaclav Ctvrtek:

Praghese di nascita, Václav Cafourek, più popolare con lo pseudonimo di Václav Ctvrtek, è stato uno degli scrittori per bambini più amato in terra ceca. Lasciato il posto di impiegato per dedicarsi ad articoli e racconti destinati ai giovanissimi, ha visto cambiare la sua vita quando è stato assunto dalla Tv pubblica per portare sullo schermo le sue fiabe.

Il suo personaggio più famoso resta il ladro Rumcajs, una sorta di Robin Hood cecoslovacco, amante della natura e della giustizia. L’ometto con la barba, in compagnia dell’inseparabile figlio Cipísek, è il protagonista del doodle locale (visibile in Repubblica Ceca) pubblicato da Google nel 2011, per il centenario della nascita dello scrittore.

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment