Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeLe donne nella storia

Le donne nella storia

ROSA PARKS, UNA DONNA SIMBOLO DEL MOVIMENTO DIRITTI CIVILI Rosa Louise Parks (nata Rosa Louise McCauley) a Tuskegee 4 febbraio 1913 (+ Detroit 24 ottobre 2005) è stata un'attivista statunitense. È stata un personaggio simbolo del movimento per i diritti civili. È

LUCRINA (IN ORIGINE GIUSTINA) FETTI (Roma 1600 – Mantova 1651) è stata una pittrice di età barocca. La Fetti nasce a Roma in una famiglia di artisti: il padre Pietro ha una rinomata bottega di produzione pittorica. Trascorre l’infanzia

CECIL KASHETU KYENGE Esempio di volontà ferrea e di successo conquistato con il sacrificio Non molti conoscevano sino a quando il suo nome non è stato fatto dal presidente del consiglio Enrico Letta come Ministro della Repubblica Italiana, stiamo

Seconda parte – segue da prima parte di sabato 26 ottobre 2019 Intanto Cristina cominciò a dedicarsi più da vicino alla causa italiana, specie nella spedizione in Savoia del febbraio 1831, come emerge da una lettera a Emilio Barbiano:

Altra donna di rilievo nel nostro Risorgimento è Cristina Trivulzio di Belgiojoso (Milano, 28 giugno 1808 – Milano, 5 luglio 1871) patriota che partecipò attivamente al movimento. Fu editrice di giornali rivoluzionari, scrittrice e giornalista. Figlia di Gerolamo Trivulzio

Nel momento in cui, spinti dalla curiosità, abbiamo scritto di Antonietta De Pace, una nuova curiosità si manifestava. Come è possibile che nella storia risorgimentale studiata, salvo che della eroica Anita, moglie di Garibaldi, non c’era cenno di

Gianna Beretta è nata a Magenta, vicino a Milano, nel 1922. Ha compiuto studi medici ed è diventata pediatra; ha vissuto la sua professione come una missione. Negli anni del liceo e dell'università è giovane dolce, volitiva, e

Nobildonna vissuta tra il XIV e XV secolo (1367/1446) - Contessa di Lecce Nipote di Isabella di Brienne, nacque da Giovanni d'Enghien, conte di Lecce, e da Sancia (Bianca) Del Balzo dei duchi d'Andria. Nel 1384, a soli diciassette anni, divenne