Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeCronaca e AttualitàERMENTO TRA GLI AUTISTI DEILLE FSE “CI SENTIAMO DIMENTICATI. PIAZZA PALIO? NON È UN CAPOLINEA”

ERMENTO TRA GLI AUTISTI DEILLE FSE “CI SENTIAMO DIMENTICATI. PIAZZA PALIO? NON È UN CAPOLINEA”

ERMENTO TRA GLI AUTISTI DEILLE FSE “CI SENTIAMO DIMENTICATI. PIAZZA PALIO? NON È UN CAPOLINEA”

Fautista-dautobus-al-lavoro

È proprio il caso di dirla, a stare al pensiero ed alle parole degli autisti degli autobus delle FSE “di male in peggio”. La recriminazione risale alla allocazione del punto “Capolinea” delle corse, per lo più utilizzate da studenti e pendolari che ogni giorno dalla Provincia si portano a Lecce. Prima il famigerato Capolinea era sistemato in zona Settelacquare, Largo Vittime del terrorismo, ora, con una delibera comunale dello scorso Dicembre, è stato spostato in P.za Palio e, stando agli addetti ai lavori, dalla padella si è caduti nella brace.

Quello, secondo gli autisti dei bus extra urbani di FSE, versava in condizioni disastrose, ma almeno per il momento erano decisamente migliori di quelle in cui versa il nuovo parcheggio.

Quest’ultimo, alle spalle del Palazzetto dello sport, gli stessi autisti ci dicono di una gestione lasciata al “fai da te”, tanto che qualcuno ha deciso di arrangiarsi e in extremis, manuale del buon falegname alla mano, costruire in arte povera una panchina. Senza segnaletica, con una sola palina ma senza orari, è difficile per studenti e pendolari raccapezzarsi facilmente senza rischiare di perdere il bus giusto per tornare a casa, con tutte le prevedibili conseguenze. Si sperava che con la riapertura delle scuole, come era stato promesso, si ovviasse ai tanti disagi, ma nulla è cambiato e anche il maltempo dei giorni scorsi ha portato tutti ad uno stato di insofferenza abbastanza alto. “È a rischio la qualità del servizio, oltre che lo standard di vita lavorativa di chi qui trascorre intere giornate – concludono gli autisti- vorremmo delle risposte”.

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment