Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeCronaca e AttualitàCERIMONIA PER IL PROGETTO “TOCCARE PER CREDERE” DEL ROTARY CLUB LECCE SUD

CERIMONIA PER IL PROGETTO “TOCCARE PER CREDERE” DEL ROTARY CLUB LECCE SUD

CERIMONIA PER IL PROGETTO “TOCCARE PER CREDERE” DEL ROTARY CLUB LECCE SUD

Cerimonia giovedì 16 settembre, alle 16, Sale Mura Urbiche

Ricostruire in miniatura i monumenti simbolo della città, con effetti tridimensionali e descrizione in braille, e renderli “visibili” in particolare a ipovedenti e non vedenti che possono solo immaginare, ma non toccare con mano e vivere l’emozione del contatto e della vicinanza con il patrimonio storico-artistico di Lecce. Sono modelli innovativi, pensati e realizzati per chi ha una disabilità, che possono arricchire quanti vi si avvicinano – bambini, adulti, turisti -, perché quei manufatti, dall’indubbio significato storico-artistico, si presentano come elementi di condivisione, conoscenza e integrazione socio-culturale in una città che diventa anche “sensoriale”.

È l’obiettivo del Progetto del Rotary Club Lecce Sud “Toccare per Credere”, coordinato dal socio ing. Carlo Macculi, giunto ormai al terzo step.

Giovedì 16 settembre, ore 16.00, in virtù della Convenzione con il Comune di Lecce, si svolgerà la cerimonia di consegna dei nuovi elementi realizzati nell’anno rotariano 2020-2021 con sovvenzione del Distretto Rotary di Puglia e Basilicata: si tratta di Porta S. Biagio, Porta Rudiae, il Sedile e il Qrcode con audiocommenti predisposti dal prof. Paul Arthur, medievalista di Unisalento, con voce narrante di Emanuela Pisicchio, attrice del Teatro Koreja. Sarà così possibile ascoltare la storia dei monumenti sino ad oggi miniaturizzati.

La cerimonia si svolgerà nelle sale delle Mura Urbiche, dove i lavori sono esposti, alla presenza, tra gli altri,  del presidente in carica del Club Lecce Sud, Immacolata Tempesta, del past-president Ascanio Carlucci, e degli assessori alla Cultura, Fabiana Cicirillo, e al Turismo, Paolo Foresio.

Nel 2018-2019 erano stati consegnati: il tavolo con pianta della città e mura del Cinquecento in rilievo; Porta Napoli/Arco di Trionfo e Bastioni, arricchiti dal logo del Rotary in pietra leccese per poter trasmettere la sensazione tattile del materiale utilizzato nella costruzione dei monumenti. Nel 2019-2020 era stata la volta  del Castello Carlo V e del modello 3D di Porta S. Biagio.

Il quarto step, 2021-2022, prevede la realizzazione della facciata di Santa Croce.

Al Progetto “Toccare per Credere”, hanno collaborato il Settore valorizzazione Beni monumentali e Centro storico del Comune di Lecce, le associazioni “Città tra le mani” e  “FabLab Lecce”, le imprese locali Kubico, Pi.Mar, S.C. Engineering e Tecné, l’Unione Italiana Ciechi-Ipovedenti e Unisalento.

 

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment